Cerca

Lo scenario

Siria, incidente sfiorato tra Mig russi e caccia americani: la denuncia del Pentagono

Siria, incidente sfiorato tra Mig russi e caccia americani: la denuncia del Pentagono

I rapporti tra Mosca e Washington stanno raggiungendo un nuovo record negativo da che Vladimir Putin ha deciso di intervenire con truppe di terra e caccia a sostegno di Assad in Siria. Nei cieli siriani si è sfiorato l'incidente, con conseguenze che richiamano scenari da Guerra Fredda. Al Pentagono i nervi erano già parecchio stressati dopo che i russi hanno fatto partire diversi missili dalle loro navi ormeggiate nel mar Caspio. Per gli americani, la mossa russa è sembrata più l'ennesima provocazione di Putin, l'ultima ostentazione di forza, un atteggiamento che sembra trovare conferma nel comportamento dei piloti russi.

Le tensioni - Nel cielo della Siria sono giorni di traffico da bollino nero, con i caccia russi che stanno mettendo a durissima prova la pazienza della Turchia, e quindi degli Stati Uniti. In un paio di occasioni, Mig russi hanno sorvolato i cieli turchi, sconfinando dalla Siria e mettendo in preallarme l'esercito di Ankara e gli alleati Nato. L'obiettivo dei raid russi dovrebbe essere quello di colpire le milizie dei terroristi dell'Isis, ma i sospetti più volte serpeggiati da Washington, sono stati resi espliciti dal premier turco Ahmet Davutoglu: "La Russia ha condotto 57 operazioni aeree - ha detto all'agenzia Andadolu - di cui 55 contro l'opposizione moderata (a Bashar Al Assad) e solo 2 contro Daesh" quindi i terroristi islamici.

L'incidente - Ma è la denuncia del Pentagono a far schizzare altissimo il livello di allarme. In almeno un caso accertato, un velivolo militare americano sarebbe stato costretto a modificare la propria rotta mentre volava sul territorio siriano. Il pericolo non erano i terroristi con gli Rpg da terra, ma un Mig russo che non aveva nessuna intenzione di modificare la propria rotta, con il rischio di una collisione ad alta quota. Dal Pentagono non hanno chiarito in quale giorno è accaduto il mancato incidente.

La strategia - Non passa ora che dagli Stati Uniti arrivi la bocciatura della strategia di raid messa in campo dalla Russia. Formalmente il Cremlino si dichiara disposto a cooperare nella lotta allo Stato Islamico. Ma finché non sarà l'intera coalizione Nato a sciogliere la riserva sull'intervento militare in Siria, la Russia si coordinerà solo con se stessa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lallo11

    09 Ottobre 2015 - 10:10

    è divertente vedere gli ameriKani che non sanno più cosa fare: probabilmente cercano di perdere tempo finchè i russi non avranno portato a termine la loro missione

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    08 Ottobre 2015 - 15:03

    Per fortuna Obama, premio Nobel per caso, smetterà presto di combinare disastri.

    Report

    Rispondi

  • agostino48

    08 Ottobre 2015 - 10:10

    Mi sembra di capire che gli americani vorrebbero che i russi in Siria, prima di iniziare una qualsiasi sortita aerea, chiedessero a loro a ai turchi il permesso al decollo. Questo mi sembra alquanto ridicolo, in zona di operazione , sui cieli siriani, gli unici velivoli con diritto di sorvolo sono i russi, che agiscono secondo le regole del diritto internazionale. Gli altri no.

    Report

    Rispondi

blog