Cerca

Portogallo

Oporto, un batterio uccide otto persone nell'ospedale Vila Nova de Gaia. Trenta i casi sospetti

Oporto, un batterio uccide otto persone nell'ospedale Vila Nova de Gaia. Trenta i casi sospetti

C'è un batterio che terrorizza il Portogallo. Si tratta del Klebsiella Pneumoniae, resistente agli antibiotici e letale nella maggior parte dei casi. Il batterio, che causa gravi forme di polmonite, ha già ucciso otto persone nell'ospedale di Vila Nova de Gaia, vicino alla città di Oporto. Ci sono oltre trenta persone ricoverate per accertamenti e altri tredici pazienti sono in isolamento in via precauzionale. I medici dell'ospedale intanto stanno studiando il caso per cercare di fermare la diffusione di quella che si preannuncia essere la nuova paura d'Europa. 

Gli studi - Il caso portoghese è la conferma di diversi studi effettuati in questi anni in tutta Europa sulla resistenza dei batteri agli antibiotici. Secondo quanto rivela il rapporto dell'European Center for Diseases Control, sempre più persone non riescono a beneficiare delle cure antibiotiche e così i batteri che li attaccano diventano più aggressivi e, come nel caso di Oporto, addirittura letali. Nella classifica dei paesi con una popolazione più soggetta a non rispondere agli antibiotici, la maglia nera va all'Italia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antikitera2005

    15 Ottobre 2015 - 10:10

    Con me han sempre funzionato bene gli antibiotici. E togliete l'alcool a Martemucci. Il legame tagli alla spesa sanitaria e resistenza dei batteri agli antibiotici è da ignobel per la medicina

    Report

    Rispondi

  • Vittori0

    14 Ottobre 2015 - 22:10

    .dopo i tagli alla SANITA'.....questa. notizia ci CONFORTA molto...

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    14 Ottobre 2015 - 20:08

    ... è Madre Natura che vede e provvede perché alla fine s'è rotta le scatole!

    Report

    Rispondi

blog