Cerca

Risolto il giallo

Morde un altro passeggero e poi muore in volo: aveva ottanta sacchetti di cocaina in corpo

Morde un altro passeggero e poi muore in volo: aveva ottanta sacchetti di cocaina in corpo

Il suo caso aveva spaventato a morte i passeggeri e lasciato di stucco equipaggio e autorità di sicurezza. Su un volo della compagnia irlandese Aer Lingus tra Lisbona e Dublino, il 24enne brasiliano John Kennedy don Santos Gurjao aveva improvvisamente dato in escandescenze emettendo versi sinistri e gutturalei, aveva morso un altro passeggero e poi era morto sul colpo. La notizia aveva fatto il giro di tutti i siti d'informazione e oggi dall'irlanda è arrivata la spiegazione di quella morte tanto improvvisa quanto impressionante. Il giovane aveva in corpo la bellezza di 80 saccehhettini di cocaina contenenti complessivamente circa un chilo di polvere bianca. Uno o più sacchetti devono essersi rotti e il 24enne è finito in overdose con conseguente arresto cardio-circolatorio. Una donna portoghese che viaggiava con lui è stata fermata e arrestata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • exbiondo

    20 Ottobre 2015 - 19:07

    un inutile scarafaggio in meno

    Report

    Rispondi

blog