Cerca

Spionaggio negli abissi

Stati Uniti: "I russi spiano i cavi sottomarini militari, Internet a rischio in tutto il mondo"

Allarme Usa: i russi spiano i nostri cavi sottomarini militari

La guerra fredda 2.0 tra Stati Uniti e Russia contagia anche gli abissi degli oceani. Non si parla di sommergibili nucleari o di qualche altra diavoleria militare: ma di cavi. Quelli a fibra ottica che sono stesi per milioni di chilometri sui fondali dei mari di tutto il mondo e permettono oggi il collegamento globale delle principali attività umane. Tutto ciò che non è collegato via satellite, viaggia lì sotto. Soprattutto Internet.

Un articolo pubblicato ieri dal New York Times e ripreso dal quotidiano Il Messaggero denuncia il ruolo che i russi stanno svolgendo nella mappatura dei cavi dalla collocazione più segreta, quelli che gli americani usano per comunicazioni riservate, e che sarebbero attivati in caso di guerra per comunicare a distanza tra il Pentagono e le unità militari. I cavi militari non appaiono sulle carte nautiche né su quelle specifiche per gli addetti ai servizi. Ma le navi di ultima generazione costruite nei cantieri del Mar Baltico sono in grado di identificarne l' esistenza, e i sottomarini a bordo delle navi sanno come raggiungerli, carpire i dati salienti, e se necessario troncarli per infliggere il massimo danno alle comunicazioni. Il sospetto cade in modo particolare sul vascello Yantar (Ambra), uscito quest' anno dai cantieri baltici.

Lo Yantar è ufficialmente una nave da ricerca scientifica sotto la cui pelle secondo molti analisti, si nasconde il sistema di spionaggio più sofisticato prodotto finora in Russia, e forse nel mondo intero. Quel che preoccupa, come ha detto di recente al Congresso l' ammiraglio Marc Ferguson, comandante della forza navale Usa in Europa, è la rapidità con la quale i russi stanno progredendo in questo campo, con un incremento di spesa nel solo Mar Nero che nell' ultimo anno è stato del 50%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rubberduck

    rubberduck

    28 Ottobre 2015 - 13:01

    Si critica sempre la Russia mentre si dovrebbe mettere in luce le schifezze degli Americani,le guerre che ci sono in giro non le ha create la Russia ma sono frutto di strategie Americane.

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    28 Ottobre 2015 - 11:11

    la Russia di Putin si sta dimostrando la frontiera più sicura per il mondo al contrario dell'America di Obama. La Russia senza sconvolgere Stati e popolazioni pensa innanzi tutto alla sua difesa, allacciando rapporti mondiali senza ingerenze di alcun tipo Gli Usa invece promovendo guerre a chi che sia sono ormai un pericolo globale per tutti. Ben venga il sofisticato spionaggio russo a danno Usa.

    Report

    Rispondi

  • villiam

    28 Ottobre 2015 - 10:10

    forse con un presidente diverso da obama non saremmo a questo punto !!!!!!!!gli hanno dato anche il premio nobel ,ora chi glielo ha dato dovrebbe picchiare un martello sui genitali!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • viola52

    28 Ottobre 2015 - 09:09

    e quando i russi avranno finito di spiare i cavi di internet prima di tagliarli svuoteranno le banche dai ns. soldi..... evviva la tecnologia del tubo.... andiamo sempre più avanti verso il nulla....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti