Cerca

Svolta epocale

Cina, abbandonata la politica del figlio unico

Cina, abbandonata la politica del figlio unico

Un cambiamento epocale sta coinvolgendo la Cina. Dopo oltre trent'anni, il Comitato Centrale del Partito Comunista ha messo fine alla politica del figlio unico, introdotta nel lontano 1979. La notizia arriva dall'agenzia ufficiale Xinhua e, se davvero il provvedimento verrà adottato, per la Cina si aprirà una nuova fase storica, quella in cui le famiglie verranno incoraggiate ad avere due bambini.

Il motivo - Il divieto di avere più di un figlio aveva portato a squilibri sociali ed economici per il gigante asiatico, e ora, con la nuova politica sulle nascite, i problemi potrebbero trovare una soluzione. La popolazione cinese infatti invecchia a un ritmo troppo rapido rispetto al previsto, a discapito di un rallentamento nel numero dei giovani che si sono trovati in minoranza. L'Onu, a questo proposito, aveva stimato che per vedere il picco massimo di crescita della sua popolazione, la Cina avrebbe dovuto aspettare fino al 2030. Troppo per Pechino, che ha deciso di passare all'azione e di consentire così ai cinesi di avere due figli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lorenvet

    29 Ottobre 2015 - 15:03

    Sinceramente, se si estinguessero mi farebbero solo un piacere.

    Report

    Rispondi

blog