Cerca

Germania sotto choc

Berlino, arrestato il killer pedofilo dei bambini profughi: li ha rapiti e stuprati

Berlino, arrestato il killer dei bambini profughi. Li rapiva e li stuprava

Ha un nome l'uomo che ha rapito, stuprato e poi ucciso due piccoli profughi arrivati in Germania lo scorso anno. Si chiama Silvio S.,e ha 32 anni. L'uomo, originario di una cittadina a Sud di Berlino, attirava i bambini offrendo loro animaletti di peluches. Poi, attendeva che i genitori si distraessero e li portava via. È successo così, sia per l' omicidio del piccolo profugo bosniaco Mohamed, di 4 anni, sia per Elias, di 6.

La soffiata - A smascherare l'assassino sono stati i suoi genitori che si sono insospettiti dopo che le autorità avevano diffuso dei fotogrammi in cui si vedeva parzialmente il colpevole. La madre di Silvio si è fatta coraggio e, dopo aver fatto confessare il ragazzo, ha chiamato la polizia, dicendo: "Mio figlio ha fatto qualcosa di male".

La confessione - Una volta in stato di fermo, l'assassino ha raccontato tutto e i dettagli emersi sono macabri. Silvio ha individuato Mohamed mentre giocava nel piazzale difronte al centro di registrazione profughi nel quartiere Moabit, a Berlino, lo scorso primo ottobre. Poi ha aspettato che i genitori si distraessero e l'ha preso. L'uomo sostiene di aver rapito il bambino perché voleva "fare del bene". Ma quello che ha fatto dopo il rapimento, è stato stuprare il bambino e poi strangolarlo con una cinghia. Il ragazzo aveva poi nascosto il corpo della vittima sotto la sabbia utilizzata per la lettiera del gatto, nella soffitta della casa dove abitava con i genitori. Solo dopo ha trasferito il cadavere nel bagagliaio della sua macchina, una Dacia, dove è stato ritrovato.

Altri sospetti - Alla confessione dell'omicidio di Mohamed, è seguita quella dell'uccisione del piccolo Elias, scomparso a Potsdam lo scorso luglio. L'uomo non ha fornito dettagli sull'uccisione, ma solo su dove ritrovare il cadavere che ora deve essere sottoposto all'autopsia, per capire se anche in questo caso si siano verificati degli abusi. E il procuratore di Berlino ha aggiunto che le autorità stanno torchiando il giovane per scoprire se sia lui l'artefice di altre sparizioni di bambini avvenute nell'ultimo periodo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianni modena

    31 Ottobre 2015 - 08:08

    cos'e' ,la merkel sta allevando mostri ??il pilota che si butta contro la montagna con l'aereo e adesso questo che uccide i bambini immigrati . come ai tempi di hitler .

    Report

    Rispondi

blog