Cerca

Giallo

Giallo a Washington, trovato morto il fedelissimo di Putin

Giallo a Washington, trovato morto il fedelissimo di Putin

Un milionario russo, fedelissimo di Vladimir Putin e suo ex ministro  della Comunicazione dal 1999 al 2004, Mi, Mikhail Lesin, è stato ritrovato morto nella sua stanza dell'albergo Dupont Circle a Washington. Lesin, era accusato dall’opposizione russa di aver censurato i media russi. Era co-fondatore della rete Russia Today e a capo del raggruppamento media del colosso energetico Gazprom. La polizia ha aperto un'inchiesta ed ha informato l'ambasciata russa. Non è chiaro il motivo per cui l'ex consigliere di Putin fosse a Washington, sul caso stanno lavorando funzionari russi insieme alle autorità americane.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Edgard

    07 Novembre 2015 - 19:07

    ERa già nell'aria che RT avrebbe subito un attacco e lo stesso Kustunica aveva annunciato che qualche "cosa" sarebbe potuto accadere. I media anglo-sionisti non demordono di fronte alle oggettive notizie che RT, in perfetto inglese, propone, smascherando le fandonio di Fox News, della CNBC e della CNN.

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    07 Novembre 2015 - 15:03

    gli Usa stanno creando le condizioni per far spazientire Putin. L'America non può non saperne nulla. Vedremo gli sviluppi

    Report

    Rispondi

  • Erinni

    07 Novembre 2015 - 15:03

    Direi che il commento del signor Aloi lo auto qualifica.

    Report

    Rispondi

blog