Cerca

Venerdì nero

Parigi, i due falsi allarmi-bomba alla Gare de Lyon e all'hotel della Germania

Parigi, i due falsi allarmi-bomba alla Gare de Lyon e all'hotel della Germania

Il venerdì nero di Parigi, che ha visto tre attacchi terroristici portati quasi in contemporanea in serata, era cominciato con due falsi allarmi-bomba nel pomeriggio.

Il primo alla stazione Gare de Lyon. Un messaggio postato su internet che minacciava la presenza di un ordigno esplosivo
all'interno della struttura ha costretto le autorità ad evacuare la zona per più di 30 minuti, durante i quali sono stati sospesi anche tutti i collegamenti. Sul luogo sono stati inviati gli artificieri e i cani anti-esplosivo che dopo accurate ricerche hanno scongiurato ogni pericolo. "Si è trattato di un falso allarme", ha detto la questura a FranceTv.  Intanto sui social sono state postate immagini di centinaia di passeggeri che aspettavano con i loro bagagli all'esterno della stazione, mentre le foto scattate da un passante all'interno mostravano una stazione deserta.

L'altro allarme ha riguardato la nazionale di calcio tedesca che è stata fatta evacuare dell'hotel Molitor in cui soggiornava in vista dell'amichevole in programma qualche ora dopo con la Francia. "C'è stata una minaccia e l'albergo è stato evacuato e transennato", ha dichiarato Oliver Bierhoff, capo delegazione della Germania, al quotidiano tedesco Express. Il responsabile della sicurezza della Dfb, la Federcalcio tedesca, Hendrik Grosse Lefert ha aggiunto di non aver ricevuto indicazioni in merito alle tempistiche sul rientro della squadra in hotel. "La polizia francese ci ha informato che è stata fatta una segnalazione anonima di una bomba - ha dichiarato -. Abbiamo deciso di evacuare l'albergo per permettere alle forze dell'ordine di esaminare a fondo le camere e la sala conferenze". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog