Cerca

Falla nei servizi segreti

Stragi di Parigi, gli 007 iracheni avrebbero avvertito il governo francese un giorno prima dell'attacco

Stragi di Parigi, gli 007 iracheni avrebbero avvertito il governo francese un giorno prima dell'attacco

Gli 007 iracheni avrebbero avvisato il governo francese dell'altissimo rischio di attentati il giorno prima delle stragi di venerdì a Parigi. È l'agenzia Ap a rendere noto il particolare, che getta nuove ombre sull'efficienza dei servizi segreti occidentali e sulla catena di comando francese in particolare. L'ordine di colpire i paesi occidentali impegnati nei bombardamenti in Iraq e in Siria sarebbe partito dal Califfo dell'Isis Al-Baghdadi in persona: "Bombe, omicidi e presa d'ostaggi", sarebbero state le parole chiave del Califfo. I servizi iracheni - apprende l'Ap che ha visionato il documento dei servizi - avevano avvertito i governi occidentali, in particolare la Francia, il giorno prima degli attacchi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Happy1937

    16 Novembre 2015 - 18:06

    Che il Ministro degli Interni francese sia fratello siamese di Angiolino? Per fortuna ho fiducia nei Servizi di Intelligence Italiani, solo che siano lasciati liberi di operare.

    Report

    Rispondi

blog