Cerca

Allarme rosso

Isis, il dossier in Vaticano: vogliono fare un attentato a Papa Francesco in Repubblica Centrafricana

Isis, il dossier in Vaticano: vogliono fare un attentato a Papa Francesco in Repubblica Centrafricana

L'Isis ha un piano per colpire Papa Francesco in Repubblica Centroafricana. L'indiscrezione, riportata da Andrea Purgatori su HuffingtonPost.it, riguarda l'imminente viaggio in Africa del Pontefice, in programma il 29 novembre come apertura del Giubileo. Sarebbe proprio la messa nella cattedrale della capitale Bangui il momento più propizio per l'attentato, secondo quanto hanno riferito alla Santa Sede alcuni servizi segreti europei. All'attenzione degli 007 ci sono i movimenti jihadisti africani, che potrebbero approfittare delle misure di sicurezza debolissime se non assenti nell'instabile repubblica. Nonostante l'allarme, Francesco ha rifiutato categoricamente di annullare il viaggio. Una sfida, coraggiosa, ai jihadisti.

Il Vaticano si prepara - In previsione del Giubileo al via l'8 dicembre, intanto, in Vaticano e al Vimimale si preparano a stringere le maglie per prevenire eventuali attentati, molto più probabili alla luce di quanto accaduto a Parigi. Le direttive sono tre: "massimo controllo del territorio", da Roma alle varie città italiane a suon di controlli, perquisizioni ed espulsioni, "preparazione della popolazione" (psicologica e logistica) alle potenziali disastrose conseguenze di un attentato e infine "aumento esponenziale dell'attività di intelligence". 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Rosmy

    17 Novembre 2015 - 00:12

    Straidolatrato un pavone un demolitore a Dicembre uscirà un film su di lui, solitamente quelli escono sempre dopo la morte, lui invece si beatifica prima di morire! Magari dopo si autoproclamerà santo. Questo non è un Papa!

    Report

    Rispondi

  • Janses68

    16 Novembre 2015 - 09:09

    Quando forse questo papa credulone fara' una brutta fine .... allora capiremo che tutti questi immigrati sono solo una farsa per distruggere l'occidente , e capremo che le crociate non sono finite e che la terra santa va' ridotta ad un parcheggio.

    Report

    Rispondi

  • infobbdream@gmail.com

    infobbdream

    16 Novembre 2015 - 08:08

    comunque abbiamo sempre quello di riserva e poi vige le legge; morto un papa se ne fa un'altro, e questa volta che sia trasgender e magari anche negro, sarà un passo avanti nel futuro di riconciliazione in due direzioni.

    Report

    Rispondi

  • gescon

    15 Novembre 2015 - 22:10

    Che i mussulmani sedicenti moderati assicurino effettivamente ed oggettivamente il viaggio del papa. Diversamente non potranno mai più affermare la loro onestà intellettuale ed effettiva e saranno marchiati in eterno dell'infamia della menzogna.

    Report

    Rispondi

blog