Cerca

La gaffe

Donald Trump deride un giornalista disabile: il New York Times lo querela

Donald Trump deride un giornalista disabile: adesso la querela dal New York Times

Donald Trump non si smentisce mai, ne fa un'altra. Durante un comizio in North Carolina, il candidato repubblicano ha deriso il giornalista Serge Kovaleski, affetto dall'artrogiprosi, una condizione clinica caratterizzata da una grave rigidità degli arti. Dopo l'attacco alle Torri Gemelle - ha detto Trump parlando di Kovaleski - scrisse che, gli arabi d'America festeggiarono, ma oggi dice di non ricordare bene quell'articolo". "Ora, poverino, dice "non ricordo", "non sono sicuro", "può darsi che lo abbia detto", ha concluso scimmiottando i gesti del giornalista. Lo staff del magnate americano ha cercato di giustificare l'accaduto sostenendo che "Trump non era a conoscenza della condizione" di Kovaleski e che "non stava prendendo in giro il suo aspetto fisico in nessun modo". In un'intervista telefonica, il giornalista ha replicato confermando che Trump sicuramente si ricorda di lui e della sua condizione. A supporto di questa versione c'è il fatto che Kovaleski ha seguito Trump dal 1987 al 1993, quando l'imprenditore era alle prese con alcuni scandali finanziari. Ma senza troppi giri di parole è già arrivata una minaccia di querela dal New York Times. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog