Cerca

Alta tensione

Il piano per uccidere la regina Elisabetta. Il giallo dei siriani in Italia: dove andavano

Il piano per uccidere la regina Elisabetta. Il giallo dei siriani in Italia: dove andavano

Stavano preparando un attentato alla Regina Elisabetta II passando dall'Italia. Gli arresti recenti agli aeroporti di Orio al serio e Ciampino trovano sembrano avere una spiegazione ben più concreta di quanto temuto, stando all'ipotesi sollevata dal Tempo che cita anche una fonte della sicurezza di Malta. La Regina sarebbe finita nel mirino durante la sua partecipazione al Commonwealth Heads of Government Meeting, dove ci sarebbero stati 53 capi di Stato dei Paesi che facevano parte dell'impero britannico.

Gli arresti - Finora sono stati cinque i siriani arrestati tra Bergamo, Roma e Catania. I due fermati poco prima di partire dall'aeroporto bergamasco avevano sugli smartphone immagini di miliziani con la divisa dell'Isis impegnati in scene di guerra. I cinque avevano tutti biglietti per Malta e sono stati fermati perché i documenti erano falsificati. Ne è sfuggito un sesto, ricercato ora sull'isola maltese dove è riuscito ad atterrare superando i controlli.

Il precedente - La Regina era già stata nel mirino dell'Isis ad agosto scorso. Come riporta il Dayli Mail, le forze dell'ordine britanniche avevano sventato un attentato progettato per il giorno di Ferragosto, mo9mento in cui il Regno Unito è impegnato a festeggiare la fine della Seconda guerra mondiale con eventi pubblici e grandi affollamenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vmannel

    27 Novembre 2015 - 10:10

    figuriamoci se ammazzano la vecchiastra...

    Report

    Rispondi

blog