Cerca

L'attacco nel deep web

Anonymous umilia i terroristi islamici. Viagra e Prozac per abbatterli sul web

Anonymous umilia i terroristi islamici. Viagra e Prozac per abbatterli sul web

Su internet i terroristi dell'Isis stanno incassando una sconfitta dopo l'altra. Gli hacker Anonymous avevano giurato vendetta ai miliziani islamisti dopo la strage di Parigi dello scorso 13 novembre. I primi colpi sono stati dati a 5500 di account fiancheggiatori su Twitter, fatti chiudere proprio dopo le segnalazioni di Anonymous. Ora il colpaccio è arrivato nel deep web, quell'enorme spazio sommerso della rete internet, fuori dai tracciati dei motori di ricerca e complesso da monitorare per gli investigatori. Gli informatici dell'Isis speravano di aver messo al sicuro i propri siti di propaganda nel deep web, ma il gruppo Ghost Sec è riuscito a trovare il sito e sabotarlo.

L'azione - Gli hacker di Anonymous hanno piazzato sul sito degli islamisti una pagina che porta a uno store di farmaci per l'acquisto di Viagra e Cialis con un messaggio intitolato: "Troppo Isis". Nel testo gli hacker sfottono i terroristi: "Datevi una calmata, troppe persone sono invischiate in questa robaccia dell'Isis. Vi preghiamo di contemplare questo amorevole messaggio, in modo da permetterci di migliorare questo sito e continuare a dare contenuti Isis a coloro che ne hanno così disperatamente bisogno". E sotto la scritta hanno inserito una bella pubblicità di psicofarmaci e Viagra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • leonardo49

    27 Novembre 2015 - 19:07

    Ma per i signori potevate mettere un caricatore di supposte taglia grande

    Report

    Rispondi

  • cartonito

    27 Novembre 2015 - 17:05

    patrizia alta mica sarà la tua foto quella ? se si sei orrenda fai paura pure alla morte.

    Report

    Rispondi

  • binariciuto

    27 Novembre 2015 - 17:05

    Bravissimi, a quando il collegamento ad uno store di scatolette di maiale?

    Report

    Rispondi

  • sempre-CDX

    27 Novembre 2015 - 15:03

    Grandi. Andrebbero premiati in quanto fra i pochi a combattere realmente l'Isis.

    Report

    Rispondi

blog