Cerca

Escalation inarrestabile

"Non solo sanzioni commerciali". Putin minaccia la Turchia in diretta tv: l'ombra della guerra

Vladimir Putin

Parla Vladimir Putin. Un discorso alla Russia trasmesso in diretta tv, in cui parte ringraziando i militari russi che combattono in Siria contro l'Isis e i parenti di due soldati morti. Quindi, un minuto di silenzio. Poi, lo "zar", passa a parlare dei rapporti con la Turchia, tesissimi dopo l'abbattimento da parte di Ankara del jet russo. La minaccia è esplicita: "Se qualcuno pensa che le reazioni della Russia saranno limitate alle sanzioni commerciali, si sbaglia di grosso". E ancora: "Non dimenticheremo l'abbattimento del jet". Putin, insomma, agita lo spettro della guerra. Poi il dito puntato contro la Nato e i partner occidentali, ai quali il Cremlino rimprovera lo scarso impegno in Siria contro il Califfato: "Gli sforzi di una nazione non sono sufficienti per sconfiggere il terrorismo internazionale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • andytrb58

    04 Dicembre 2015 - 22:10

    La Nato dovrebbe affiancare Putin nella guerra contro l ' Isis non girare la testa dall 'altra parte.

    Report

    Rispondi

  • sandrina2

    04 Dicembre 2015 - 03:03

    Fossero i nostri politici come Putin, forse, l'Italia non sarebbe ridotta come è, lo zimbello di tutti gli statim

    Report

    Rispondi

  • pancraziodusnasio

    03 Dicembre 2015 - 15:03

    Siamo all'inizio della terza guerra mondiale

    Report

    Rispondi

  • vinzuc

    03 Dicembre 2015 - 14:02

    Era il discorso che ci si aspettava dall'Abbronzato,o dal presidente della EU!Se è vero che c'è connivenza coi tagliagole......come andrà a finire?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog