Cerca

All'attacco

Putin, la devastante minaccia: "Le armi nucleari sono pronte". Terrore tra Siria e Turchia

Vladimir Putin

Escalation continua, tra Siria, Russia e Turchia. Al centro sempre Mosca e Vladimir Putin, il quale ha confermato di aver usato un sottomarino schierato nel Mediterraneo per colpire obiettivi in Siria nell'ambito della campagna militare a sostegno delle forze di Bashar al-Assad. Le agenzie di Mosca hanno riferito che il ministro della Difesa, Serghei Shoigu, ha comunicato a Putin che il sottomarino Rostov ha lanciato missili da crociera Calibre contro "due bastioni terroristici" nei pressi di Raqqa, la capitale del cosiddetto califfato.

Minaccia atomica - Ma non è tutto. Ad infiammare ulteriormente il quadro, ora, spunta la minaccia di Mosca di ricorrere alle armi nucleari. Putin, parlando col suo ministro della Difesa, infatti ha dichiarato che i missili Calibre e i razzi da crociera A-101 "possono essere armati sia con testate convenzionali sia con testate speciali, ovvero quelle nucleari. Certamente - ha aggiunto Putin - nulla di questo è necessario nella lotta ai terroristi, e spero che non sarà mai necessario". Una frase allusiva, e spaventosa, nel perfetto stile comunicativo dello "zar", che ai terroristi dell'Isis, ora, mostra molto più che i muscoli.

Il sottomarino - Per quel che riguarda l'attacco con il sottomarino, è stato effettuato dal Rostov sul Don, sottomarino a bassissima emissione di rumore con una tecnologia "stealth" avanzata. Già a novembre si era parlato di un bombardamento russo su Raqqa, partito da un sottomarino, ma la notizia non era stata confermata. Secondo Shoigu, nell'attacco sono stati colpiti due obiettivi, "punti principali dei terroristi nella provincia di Raqqa". Successivamente si è appreso che la Russia aveva preventivamente informato gli Stati Uniti dell'attacco: lo ha reso noto il portavoce del Pentagono, Peter Cook. "Lo abbiamo apprezzato", ha commentato, ricordando che comunque Mosca aveva il dovere formale di fornire questa informazione per evitare incidenti nei cieli della Siria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    26 Marzo 2016 - 08:08

    Sante bombe di Putin proteggeteci voi dai nemici islamici....Quelle italiane sono caricate a citrato.

    Report

    Rispondi

  • Baliano

    Baliano

    11 Dicembre 2015 - 16:04

    i Neutroni, si sa, sono "un impiccio" e tutti li turchi se la fanno già sotto,... te lo do io "fischiare la marsigliese allo stadio"... Caro "Califfo Turco" in combutta coi quaranta ladroni del Daesh, mi sa che presto ti toccherà chiedere tante scuse... con o senza "mamma nato". Pagliacci Islamisti!

    Report

    Rispondi

  • seve

    11 Dicembre 2015 - 12:12

    Ha fatto bene a tagliare corto ,caro il mio bel islamico islamista o come cavolo ti definisci ,se tiri troppo la corda poi si rompe e se si rompe sono solo C........... tuoi capito?

    Report

    Rispondi

  • aldo delli carri

    09 Dicembre 2015 - 19:07

    forza putin...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog