Cerca

I suoi spostamenti

"Il Califfo vive a un passo dall'Italia". La rivelazione dell'agenzia iraniana

"Il Califfo vive a un passo dall'Italia". La rivelazione dell'agenzia iraniana

Il leader dell’Isis, Abu Bakr al-Baghdadi, sarebbe fuggito a Sirte, in Libia: a sostenerlo è  l’agenzia iraniana Fars citando fonti libiche. "Mentre tutti lo cercano in Iraq e Siria, nessuno si aspetta che sia a Sirte", ha riferito la fonte all’agenzia. La città libica - che diede i natali anche a Muammar Gheddafi - è una delle roccaforti del califfato in Libia.


Gli spostamenti - Al Baghdadi, secondo l’agenzia, si sarebbe trasferito dalla città siriana di Albu Kamal all’irachena Mosul, nella provincia di Ninive. Lo scorso ottobre l’aviazione di Baghdad ha però colpito il suo convoglio, diretto a Al-Karable: 25 comandanti sono stati uccisi mentre il Califo è rimasto gravemente ferito. Il leader terrorista, continua la Fars, è stato quindi portato a Raqqa, capitale del  Califfato in Siria, dove un’operazione d’urgenza gli ha salvato la vita. Ma la necessità di cure più approfondite ha fatto sì che al-Baghdadi fosse spostato in Turchia; un trasferimento, attacca la Fars citando a sua volta la tv libanese di Hezbollah al-Manar, fatto "dalla Cia in coordinamento con i servizi di intelligence turca". Dalla Turchia al Baghdadi sarebbe infine riparato a Sirte. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marco53

    25 Dicembre 2015 - 15:03

    Ho sempre pensato che dietro l'Isis ci fosse Obama, ma se è vero che la CIA ha salvato la pelle al Califfo, mi chiedo che senso abbia rimanere alleati degli USA. Molto più serio e affidabile Putin. Il negro islamico americano sta devastando le relazioni storiche con l'America. Ormai l'opinione pubblica comincia a capire. Il re è nudo! Spero che presto Trump rimetta le cose a posto!

    Report

    Rispondi

  • cane sciolto

    11 Dicembre 2015 - 01:01

    Be ero un po perplesso anche io all'inizio, poi leggendo e sentendo alcuni Giornali che gli aerei di una portaerei che si alzavano in volo per poter colpire i terroristi, arrivati sul posto i piloti comunicavano con i loro dicendogli che avevano nel mirino i terroristi chiedendo l'ordine di sparare e come risposta hanno ricevuto di non sparare,questo più volte e quanto finivano benzina rientravano

    Report

    Rispondi

  • irucangy

    10 Dicembre 2015 - 09:09

    Ho letto bene? Trasferimento di al baghdadi fatto dalla Cia? E' una bufala? O ha ragione la hillary clinton quando ammette che l'isis l'ha creato l'america?

    Report

    Rispondi

    • cane sciolto

      11 Dicembre 2015 - 01:01

      Be ero un po perplesso anche io all'inizio, poi leggendo e sentendo alcuni Giornali che gli aerei di una portaerei che si alzavano in volo per poter colpire i terroristi, arrivati sul posto i piloti comunicavano con i loro dicendogli che avevano nel mirino i terroristi chiedendo l'ordine di sparare e come risposta hanno ricevuto di non sparare,questo più volte e quanto finivano benzina rientravano

      Report

      Rispondi

  • Satanasso

    09 Dicembre 2015 - 21:09

    Se il califfo vivesse sul mio pianerottolo gli chiederei di uccidere,in ordine di odio, la Boldrini e subito dopo lo zoccolone della Fornero...sciolte entrambe nell'acido solforico !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog