Cerca

Sirte

Isis, ultimo orrore in Libia: cosa hanno fatto a una donna

Isis, ultimo orrore in Libia:  cosa hanno fatto a una donna

Non c'è fine all'orrore. Nessuna pietà per le donne. L'ultima notizia è drammatica. E arriva dalla Libia. I miliziani del sedicente Stato Islamico (Is) hanno decapitato nella pubblica piazza di Sirte, in Libia, una donna marocchina accusata di"«stregoneria" e giustiziato con un colpo d’arma da fuoco un uomo palestinese, riconosciuto colpevole di spionaggio. Lo rende noto l’agenzia di stampa vicina al governo islamico di Tripoli. I jihadisti hanno anche tagliato la mano a un cittadino libico, accusato di furto. È da giugno che l’Is ha rivendicato il controllo di Sirte, città  natale del defunto colonnello libico Muammar Gheddafi a circa 430  chilometri a est di Tripoli. Secondo un rapporto Onu l’Is può contare su duemila-tremila miliziani in Libia, tra cui 1.500 solo a Sirte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bettym

    15 Dicembre 2015 - 09:09

    ...è inutile indignarsi!! Tutto quello che viene raccontato, è esplicitamente autorizzato da tutti i governi, Europa, USA e tutti gli altri...Ormai sono anni che permettono l'avanzata di questi bastardi!! Adesso stanno rafforzando anche la Libia e.....tutti fermi, tutti permettono tutto!! X quanto mi riguarda anche la Libia doveva essere già rasa al suolo da tempo!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • miacis

    14 Dicembre 2015 - 23:11

    Io qualche anno fa mi recai in Egitto e finita la vacanza dissi a me stesso: "Questi i miei soldi non li vedranno mai più" Ho girato il mondo in lungo e in largo e non mi sono mai sentito così vulnerabile in un paese che non garantisce nulla agli stranieri. E sorvoliamo su come considerano le nostre donne.

    Report

    Rispondi

  • tizi04

    14 Dicembre 2015 - 18:06

    e le femministe sono sempre piu' mute. Ho capito che le femministe in italia sono come le anatre mute, negli altri paesi crocchiano. Da noi ci si scandalizza per i femminicidi (solo se fatti da italiani) se vengono frustate ,segregate in casa e sono islamiche allora e' giusto perche' e' la loro religione che glielo impone e fa parte dei loro usi e costumi. Che pena mi fanno!

    Report

    Rispondi

  • Giumaz

    14 Dicembre 2015 - 18:06

    Occhio Boldrinova......

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog