Cerca

Il caso

L'avanzata della Cina in Africa. Lo Stato che si è venduto ai comunisti

L'avanzata della Cina in Africa. Lo Stato che si è venduto ai comunisti

Lo Zimbabwe ridotto sul lastrico ha deciso di adottare la moneta cinese. Robert Mugabe, il presidente elefante del disastrato Paese africano, riporta il Corriere della Sera, ha più volte dovuto affrontare il dramma dell'economia nazionale, dal 1980 quando è salito al potere. Ora la svolta che sa tanto di avanzata della Cina in Africa: da oggi si userà lo yuan.

Secondo il ministro delle Finanze Chinamasa le banconote cinesi "agevoleranno il turismo". "Apprezziamo molto la flessibilità cinese", ha detto Mugabe, 91 anni, ricevendo il presidente cinese Xi Jinping che avrebbe già cancellato 40 milioni di debito che avrebbe dovuto riscuotere alla fine del 2015.

Difficile pensare che lo Zimbabwe possa essere una ambita nuova colonia del gigante cinese. Anche se Xi Jinping ha promesso per l'intero continente 60 miliardi di dollari in finanziamenti allo sviluppo, parlando al Forum on China-Africa Cooperation di Johannesburg che ha richiamato intorno a lui ben 40 capi di Stato (altroché Obama). 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • FALCO1952

    07 Gennaio 2016 - 18:06

    Vale un detto fatto apposta per lei:prima di parlare accenda il cervello se ne possiede uno,ma dubito!!!!

    Report

    Rispondi

  • lepanto1571

    25 Dicembre 2015 - 10:10

    Ci fregheranno tutte le materie prime!

    Report

    Rispondi

blog