Cerca

Il documento

Dossier Usa sulla flotta di Putin, parla l'esperto: "Potenza impressionante": l'oscura profezia

Dossier Usa sulla flotta di Putin, parla l'esperto: "Potenza impressionante": l'oscura profezia

"La Russia, nel corso del prossimo decennio, farà grandi passi in avanti per schierare una Marina in grado di difendere il Paese con un'impressionante potenza, limitata soltando dalla sterminata estensione dei suoi confini". A metterlo nero su bianco è stato l'esperto dell'intelligence navale americana George Fedoroff, autore di un approfondito dossier di 68 pagine sullo stato della marina russa dopo ben 24 anni dall'ultimo interessamento del Pentagono. Riporta il sito difesaonline.it che dalla caduta dell'Unione Sovietica, sempre meno analisti hanno continuato ad analizzare l'andamento degli investimenti militari russi come ha fatto Fedoroff, rimasto uno dei principali esperti sull'argomento. Era dal 1991 infatti che l'Office of Naval Intelligence non si interessava più all'ormai ex marina sovietica. Gli americani erano certi che Mosca non avrebbe mai avuto le risorse per riportare le proprie forze navali ai livelli della Guerra Fredda. Ma l'arrivo di Vladimir Putin alla guida del Paese ha invertito la rotta, riavviando la ricostruzione dell'intera flotta.

Il caso - A far tornare interessante l'argomento russo ai vertici del Pentagono è stata l'invasione della Crimea nei primi mesi del 2014. Da quel momento analisti e risorse sono state di nuove destinate all'analisi dell'evoluzione militare russa e tra questi investimenti è rientrato anche il lavoro di Federoff che ripercorre i passaggi degli ultimi anni: "Nel 200 i russi disponevano di una manciata di navi in grado di combattere. Il Cremlino - ha aggiunto - oggi ha in mare 186 piattaforme, tra navi da guerra e sottomarini, che operano dall'oceano Atlantico al Pacifico, dal Mar Nero al Baltico, dal Caspico al Mediterraneo fino all'Artico".

Le prospettive - La marina russa descritta oggi dall'analista americano è radicalmente cambiata rispetto a quella sovietica in decadenza: "Oggi è la terza forza più potente al mondo dopo la Cina e gli Stati Uniti, ancora in grado di schierare 280 piattaforme da guerra e oltre 100 navi appoggio". Le nuove analisi americane hanno poi fatto emergere come gli avvertimenti del dossier datato 1991 sono stati largamente ignorati. In quell'occasione gli analisti già avvertivano il governo americano sul progetto Kalibr, il sistema di missili da crociera russi: L'Unione sovietica sta sviluppando nuove e potenti munizioni intelligenti chiamate Kalibr. Se entrasse in servizio, quel sistema conferirebbe enormi capacità strategiche al Cremlino". Una previsione avveratasi in pieno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    29 Dicembre 2015 - 09:09

    Toh l'amico d Silvio che in Sardegna mostrava la sua potenza maschile ...ma pagava Silvio...

    Report

    Rispondi

    • Napolionesta

      06 Gennaio 2016 - 14:02

      Taci comunista e vergognati.

      Report

      Rispondi

  • tonuccioguiso

    28 Dicembre 2015 - 21:09

    Putin é l'unico in grado di difendere i nostri valori contro l'invasione araba. Ben venga la sua potenza. Ormai Obama é completamente colluso con gli arabi più integralisti

    Report

    Rispondi

    • infobbdream@gmail.com

      infobbdream

      07 Febbraio 2016 - 08:08

      no berluscao ci salverà tutti, appena arrivano i russi gli manderemo contro le armate di puttane di berlusconi e li faremmo morire tutti di orgasmo, e se non basta abbiamo anche l'arma di distruzione di massa; lussuria! i russi non sanno con chi hanno a che fare.

      Report

      Rispondi

    • cane sciolto

      06 Gennaio 2016 - 19:07

      Come non condividere, aggiungerei che nonostante l'Italia non abbia fatto nulla per evitare le sanzioni alla RUSSIA la quale già ci davano parecchi soldini e sia imprese Agricole, Casearie, Vestiarie, vari Artigiani si lavorava invece con l'embargo hanno chiuso parecchie Aziende e migliaia di persone senza lavoro, nonostante ciò e l'unica Nazione che ci stanno aiutando combattendo, i Terroristi!

      Report

      Rispondi

    • aldoamico

      29 Dicembre 2015 - 09:09

      Gli USA debbono armai convincersi che è in atto un nuovo equilibrio di forze militari che non gli consentono più di spadroneggiare nel mondo. Ciò può dissuaderli dal creare nuovi scenari di guerra e finalmente il mondo potra' vivere una nuova era di pace e prosperità per TUTTI.

      Report

      Rispondi

  • nick2

    28 Dicembre 2015 - 15:03

    Sì, per 24 anni il Pentagono si è completamente disinteressato agli armamenti della Marina Militare russa. Ci voleva il carneade George Fedoroff per scoprirli e un giornale neofascista italiano, adulatore di Putin, per pubblicare lo “scoop”. Che giornalismo, ragazzi!

    Report

    Rispondi

    • aldoamico

      29 Dicembre 2015 - 10:10

      Il giornale sarà neofascista,il Pentagono è stato distratto,ma Putin ormai è il solo che può impedire agli USA di perseguire progetti di egemonia mondiale a danno soprattutto dell'Europa e Putin è Europa checché se ne dica.

      Report

      Rispondi

      • cane sciolto

        06 Gennaio 2016 - 20:08

        Come non condividere con aldoamico, aggiungerei meglio il giornale neofascista che i falsi Comunisti che predicano bene e razzolano male.

        Report

        Rispondi

blog