Cerca

Recidivo

Terrore all'obitorio: il morto si sveglia. Scappa e lo ritrova la polizia: ecco come

Roma, obitorio pieno. In caso di attentato non c'è posto per le vittime

È svenuto per una sbronza ma il dottore l'ha creduto morto e così l'ha spedito direttamente all'obitorio. Dopo circa un'ora il malcapitato si è svegliato e ha iniziato a richiamare l'attenzione dei medici. È accaduto a Vladivostok, in Russia. L'uomo stava festeggiando con gli amici in un locale l'arrivo dell'anno nuovo. Un bicchierino di vodka dopo l'altro e poi all'improvviso un malore che l'ha fatto piombare secco a terra. Gli amici hanno chiamato subito i soccorsi, che, dopo averlo visitato, hanno costato il decesso. Senza dovuti accertamenti, il dottore l'ha spedito subito all'obitorio. Fin qui, una serata come tante finita in tragedia. Ma poco dopo l'uomo si è alzato e ha iniziato a battere i pugni contro la porta della cella frigorifera. Un'inserviente ha sentito dei rumori e l'ha subito fatto presente ai medici. Ma nessuno le ha creduto e addirittura le avrebbero suggerito: "si prenda un sedativo". Dopo il battibecco è arrivata la polizia. "Al loro arrivo - racconta il capo della sezione criminale della polizia di Vladivostock al sito Lenta.ru - gli agenti hanno aperto la porta dell'obitorio e nel corridoio è apparso l'uomo, infreddolito e alquanto sotto shock". I poliziotti a quel punto, prima si son presi cura dell'uomo, e poi l'hanno spedito a casa propria. Parrebbe, come riporta il sito Il Messaggero, che l'uomo però non sia tornato nella propria abitazione ma si sia recato al bar per continuare a bere con gli amici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog