Cerca

Il blitz

"Preparava una strage la notte di Capodanno". Nel mirino un ristorante: arrestato jihadista

"Preparava una strage la notte di Capodanno". Nel mirino un ristorante: arrestato jihadista

Un sospetto sostenitore dello Stato Islamico è stato arrestato negli Usa con l’accusa di terrorismo: lo ha reso noto il ministero della Giustizia americano citando il rapporto dell’agente dell’Fbi incaricato delle indagini sulla vicenda, Adam S. Cohen, secondo cui il
25enne Emanuel Lutchman progettava di compiere un attentato contro un ristorante di Rochester, nello Stato di New York,
durante i festeggiamenti per la fine dell’anno. Il giovane è già stato incriminato per complicità con l’Isis, e in particolare per aver tentato di fornire un appoggio-chiave al gruppo jihadista. Nella nota il Federal Bureau of Investigation ribadisce la propria «preoccupazione nei confronti di coloro che dall’estero si servono di Internet per indurre individui presenti negli Stati Uniti a commettere atti di violenza proprio là dove vivono». Anche negli Stati Uniti è stato lanciato l’allarme su possibili attacchi a Capodanno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Gios78

    31 Dicembre 2015 - 21:09

    Con un altro presidente al posto del keniota Barack Hussein Obama un soggetto come quello sarebbe già stato preso, impacchettato ed espulso dal paese a calci nel culo, calci dati con stivaletti da cowboy alla texana. Oppure rinchiuso a Guantanamo.

    Report

    Rispondi

blog