Cerca

Atroce verità

Isis, la tremenda fine della ragazzina austriaca scappata in Siria: "Regalo sessuale per i nuovi jihadisti, poi uccisa a martellate"

Isis, la tremenda fine della ragazzina austriaca scappata in Siria:

Le due ragazzine austriache scappate in Siria per unirsi allo Stato islamico sono state usate come "regalo sessuale" per i nuovi combattenti del Califfato. Il drammatico particolare, scrive il giornale inglese The Sun, è stato rivelato da una donna tunisina, ex jihadista, che ha convissuto con le ragazze in una casa di Raqqa prima della loro morte. Samra Kesinovic, 17 anni, e Sabina Selimovic, 15, entrambe di origine bosniaca, hanno lasciato le loro case nel 2014 per sposare due miliziani dell'Isis dopo essere state convinte dal predicatore estremista di Vienna Ebu Tejma. Una volta approdati in Siria, hanno ben presto scoperto gli orrori dei tagliagole. Sabina è morta durante i combattimenti, mentre la sorte di Samra è se possibile stata ancora più crudele. Sfruttata come "volto" della propaganda jihadista in Europa, si è pentita della scelta scrivendo ai genitori di voler tornare a casa, terrorizzata dalla brutalità dell'Isis. Le sue foto in burqa e kalashnikov hanno fatto il giro del mondo, così come le sue parole ai famigliari al momento della fuga in Siria: "Non cercateci. Serviremo Allah e moriremo per lui". La verità è stata diversa: Samra è morta, sì, ma non per Allah. Dopo aver tentato più volte la fuga dal suo luogo di prigionia e abusi sessuali, secondo la "pentita" tunisina è stata massacrata a martellate dai suoi aguzzini ed è morta per le ferite riportate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alkhuwarizmi

    31 Gennaio 2016 - 14:02

    Due ragazzine non austriache bensì figlie di immigrati bosniaci (forse musulmani, e questo potrebbe aver facilitato il plagio da parte di un predicatore estremista a Vienna). La tragedia cui sono andate incontro mostra il vero volto dell'Islam, così ben rappresentato dal Califfato. Dedicato a tutti i pervertiti sinistri adoratori dell'Islam. Ed alla sua profetessa in Italia, Lady Boldrini.

    Report

    Rispondi

  • er sola

    31 Gennaio 2016 - 13:01

    Ha avuto quello che voleva... non ce ne frega una sega.

    Report

    Rispondi

  • francoruggieri

    29 Gennaio 2016 - 11:11

    Ai maomettani (non "musulmani") che dicono "Islam religione di pace" citate il versetto (4, 89): "Non sceglietevi amici tra [i miscredenti]... Ma se vi volgono le spalle, allora afferrateli e uccideteli ovunque li troviate." Ho contato ALMENO 37 incitamenti a combattere e uccidere i non maomettani. E al versetto 8, 17: "Non siete certo voi che li avete uccisi: è Allah che li ha uccisi."

    Report

    Rispondi

  • ampar

    05 Gennaio 2016 - 18:06

    non era austriaca

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti