Cerca

La sparatoria

Tel Aviv, ucciso il killer del pub in fuga: era in una moschea

Tel Aviv, ucciso il killer del pub in fuga: era in una moschea

La polizia israeliana ha ucciso l'uomo che il primo gennaio ha ucciso due persone e ne ha ferito altre 7 in un pub a Tel Aviv. Secondo quanto riportato dal quotidiano Haaretz, il sospettato per l'attacco, Nashat Melhem, è morto in uno scontro a fuoco con la polizia nella sua città arabo-israeliana di Arara, nel nord di Israele, al confine con la Cisgiordania. Secondo alcune fonti lo scontro a fuoco è avvenuto in una moschea.

Terrorista in fuga- Melhem, che dopo l’assalto al pub aveva ucciso anche un tassista, è stato trovato nella moschea non lontano dalla sua abitazione. Il ministro della Pubblica sicurezza Gilad Erdan, ha confermato la morte del "terrorista criminale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • attualità

    09 Gennaio 2016 - 09:09

    L'hanno preso nel covo

    Report

    Rispondi

  • anna.tomasi

    08 Gennaio 2016 - 23:11

    Ecco il posto giusto le moscheeeeeee quale rifugio di sfigati bastardi.

    Report

    Rispondi

  • luigirusso6667

    08 Gennaio 2016 - 22:10

    spettabile dave ross, da uno dell'universita degli studi di torino ci si aspetterebbe di più di una battuta scema, tra l'altro in Israele è possibile anche trovare un tempio buddista (non ne sono certo) ma li udte udite 'c'è la libertà religiosa .

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    08 Gennaio 2016 - 20:08

    Arabo terrorista ucciso dalla Polizia in Israele: talora qualche buona notizia. Speriamo di poterne leggere molte altre dello stesso tipo. Amen.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog