Cerca

Altro che Schengen

Il piano della Merkel per spaccare in due l'Europa

Il piano della Merkel per spaccare in due l'Europa

A Berlino hanno un piano per salvare l'Unione europea. O, più verosimilmente, per spezzarla in due, definitivamente. Di questo sta parlando Angela Merkel con il premier Matteo Renzi: più che un colloquio, la Cancelliera esporrà la propria posizione senza chiedere l'appoggio dell'Italia. Semplicemente, si farà così. Di fronte all'emergenza rifugiati (su cui si sta giocando anche il suo governo) e alle frontiere di Schengen sempre più chiuse, la Merkel ha in programma una scelta drastica. Gli "hot spot" in cui registrare i migranti sono la minima parte, di contorno, del disegno complessivo tedesco, che prevede una "Europa a due velocità", una sorta di rinascita di questa Unione europea moribonda. Una manciata di Paesi condurrà il gioco (in ballo ci sono euro, confini, lotta al terrorismo e soprattutto tanti soldi, a cominciare dalla questione del gasdotto Nord Stream 2), gli altri andranno a rimorchio subendone le conseguenze e accontentandosi delle briciole. La speranza dell'Italia è quella di essere tra quei pochi fortunati, il rischio è di finire nel gruppo degli inaffidabili, indisciplinati (parole chiave: sforamento dei tetti Ue, debito pubblico alle stelle, richiesta di flessibilità) e arretrati dell'Europa del Sud.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fra.schi

    30 Gennaio 2016 - 08:08

    Renzi, il debito pubblico che continua a crescere ci rovina. Perché ai nominato nuovi politici da farci pagare e far aumentare ancora la spesa?

    Report

    Rispondi

  • fra.schi

    30 Gennaio 2016 - 08:08

    Renzi, il debito pubblico che continua a crescere ci rovina. Perché ai nominato nuovi politici da farci pagare e far aumentare ancora la spesa?

    Report

    Rispondi

  • albinoalbanofree

    29 Gennaio 2016 - 18:06

    Purtroppo il dato è che Renzi per volerlo dire alla tedesca è un “Linksidiot“(idiota di sinistra) e la classe politica è per dirlo alla tedesca “unfähig“ cioè incapace. La peggiore dal dopoguerra ad oggi in Italia ed in Europa,si rende ridicola

    Report

    Rispondi

  • accanove

    29 Gennaio 2016 - 15:03

    ...ed i leghisti che da una vita dicono fuori da qui che altrimenti ci soffocano erano disfattisti antisociali, ora che la kulona imporrà al pinocchietto salterello la nuova strada tutti i kompagni sosterranno la geniale idea, fino alla prossima debacle (e ci sarà krukki comandando, perchè un tedesco capisce di essere nella cacca solo quando la sta mangiando) in cui si urlerà "contrordine kompagni

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti