Cerca

L'Isis a due passi dall'Italia

L'allarme del governo francese: i terroristi sbarcheranno a Lampedusa

Vi è un «serio rischio» che i terroristi dello Stato islamico possano infiltrarsi tra i profughi che dalla Libia raggiungono le coste dell’Italia meridionale. Lo ha detto oggi il ministro della Difesa francese, Jean-Yves Le Drian. Secondo il rappresentante del governo di Parigi vi è «urgente necessità» di trovare una soluzione politica alla crisi in Libia per contrastare l’espansione dell’Isis. Il ministro ha evidenziato che lo Stato islamico si trova a soli 350 chilometri dall’isola italiana di Lampedusa, il punto di approdo per migliaia di migranti e rifugiati che lasciano l’Africa per raggiungere l’Europa.

«Quando arriverà il bel tempo c’è il rischio che i combattenti possano affrontare la traversata mischiandosi ai rifugiati. È un pericolo serio», ha detto Le Drian alla tv francese. «Siamo consapevoli del rischio che il conflitto nel Levante (Siria e Iraq), dove stiamo iniziando a vedere alcuni risultati positivi, possa trasferirsi in Libia», ha aggiunto il ministro, aggiungendo che una soluzione politica in Libia è «l’unico modo per sradicare» il problema.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    02 Febbraio 2016 - 13:01

    Ma quello scemo che fa il ministro lo sa?

    Report

    Rispondi

  • soter66

    01 Febbraio 2016 - 12:12

    Questi francesi sono strani,non hannoprevisto l'attentato al Bataclan e pretendono di sapere dove sbrcherà l'isis.

    Report

    Rispondi

  • Janses68

    01 Febbraio 2016 - 09:09

    Ma cosa aspettiamo a sterminarli direttamente quando arrivano ....

    Report

    Rispondi

  • Megas Alexandros

    01 Febbraio 2016 - 00:12

    Ma che fantasia questi terroristi, deduco quanto sia alta la considerazione che hanno delle nostre forze dell'ordine!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog