Cerca

La denuncia su Facebook

Pubblica un selfie in giaccone e leggings: "Ero vestita così quando mi hanno molestata"

Pubblica un selfie in giaccone e leggings:

Questa giovane ragazza si chiama Christen Brandt e la sua foto, in giaccone invernale, calzamaglia e stivali, ha fatto il giro di Facebook e del web. Una tenuta normale, quasi anonima, per una fredda giornata a New York. Eppure, il suo post lascia senza parole: "Questo è quello che indossavo stamattina mentre percorrevo la strada affollata della metropolitana e un uomo passandomi accanto mi ha detto: Accidenti hai delle gran gambe".

Molestata in pubblica - È l'inizio di un incubo, raccontato filo per segno: "Quando l'ho ignorato e ho continuato a camminare, lui si è voltato per seguirmi: Mi hai sentito tesoro? Ho detto che hai delle belle gambe. Dannazione. Grazie’. Grazie. Come se la mia pelle nascosta sotto dei leggins supercoprenti fosse per lui. Un regalo avvolto in un collant marrone", scrive Christen, che poi regala un messaggio a tutte le donne: "La prossima volta che ti chiedi se la gonna è troppo corta, la prossima volta che ordinate a vostra figlia adolescente di cambiarsi, la prossima volta che sentite parlare di codice di abbigliamento a scuola, ricordate questa foto. Sono con un parka e degli stivali. E non ha importanza. Tutte le donne hanno questi momenti. Tutte noi. Eppure il mondo si comporta come se fossimo noi a dover risolvere il problema. Sono stufa".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bettely1313

    02 Febbraio 2016 - 19:07

    se sono queste le molestie allora non esageriamo. Forse perchè strani, ancora ricordo alcuni apprezzamenti, anche se il tempo è passato. Sentirmi dire da dietro che bella bocca e standomi davanti che bel culo senza urtarmi più di tanto. Forse perché presa dal pensiero come ha fatto a vedermi. Cmq la rivoluzione del '68 è stato il trionfo del maschilismo sul femminismo. il sadomaso è la conseguen

    Report

    Rispondi

blog