Cerca

Nauru

Vedete quest'isola paradisiaca?
Agli immigrati fa schifo

Vedete quest'isola paradisiaca?Agli immigrati fa schifo

Da qualche tempo gli immigrati illegali che cercano di entrare via mare in Australia vengono trasportati e alloggiati dalle autorità su un isola dell' arcipelago di Nauru, piccola nazione insulare del Pacifico nota per essere un vero paradiso turistico e situata a circa 3000 km dalle coste australiane. Ora, è vero che gli immigrati, dei quali si deve ancora stabilire se abbiano diritto o no all' asilo, non dimorano proprio in alberghi a cinque stelle, ma non c' è dubbio che un ambiente così gettonato dalle agenzie di viaggio internazionali non possa essere definito un inferno.  A spalleggiare le proteste di molti di questi profughi, varie ong, nonché la stessa Unicef. 


Ma ieri una sentenza dell' Alta Corte australiana ha dato un segnale forte decretando la perfetta legittimità della permanenza degli immigrati "non invitati" sulle spiagge di Nauru. Ha infatti respinto il ricorso di una donna del Bangladesh, pescata nel 2013 mentre tentava di entrare in Australia e mandata inizialmente al centro di raccolta di Nauru. Essendo incinta, aveva avuto però problemi di gestazione ed era stata trasportata in un ospedale australiano. Non voleva però essere riportata a Nauru terminata la gravidanza, approfittandone per cercare di rimanere in Australia, e aveva quindi intentato azione legale contro il governo, sostenuta da un' organizzazione umanitaria, il Centro Legale per i Diritti Umani, che subito dopo la sentenza ha criticato la «condanna a una vita disastrosa per gli immigrati a Nauru». 


In realtà, a quando risulta, i circa 500 richiedenti asilo sistemati sull' atollo abitano in un campo ben organizzato, non certo una bidonville, per il quale il governo di Canberra finanzia le autorità dello stato insulare. Come anche simili centri sull' isola Christmas nell' Oceano Indiano e sull' isola Manus della Papua Nuova Guinea. Non è nemmeno un numero eccessivo, pensando al sovraffollamento di ben altri campi di raccolta immigrati altrove nel mondo. Ma la sentenza è importante anche perché fornisce il precedente affinché altri 267 immigrati che da Nauru erano stati portati provvisoriamente in ospedali australiani per essere curati, siano riportati nel centro di accoglienza. Centro che, non solo sorge in un ambiente balneare che molti occidentali si sognano per tutta la vita, ma che non costituisce comunque un ergastolo, poiché gli immigrati vi restano fintanto che non venga deciso, caso per caso, chi di loro abbia diritto davvero all' asilo politico e chi, non avendone diritto, debba essere rispedito nel paese d' origine. Ma ciò è riconosciuto anche dalla stessa Alta Corte, che a margine della sentenza ha comunque ricordato che «la gente non può essere tenuta a Nauru per sempre». Del resto, il primo ministro australiano Malcolm Turnbull ha ben spiegato, dopo la sentenza, che si tratta dell' unica soluzione per stroncare davvero i trafficanti di disperati: «Dobbiamo rendere sicuri i nostri confini e una linea va tracciata da qualche parte, ed è tracciata lungo le nostre frontiere».

Mirko Molteni 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nick2

    04 Febbraio 2016 - 14:02

    Mirko Molteni, spero che il suo articolo sia ironico...

    Report

    Rispondi

  • esasperata49

    04 Febbraio 2016 - 14:02

    come invidio gli australiani che hanno al governo persone che pensano a loro !!!!!

    Report

    Rispondi

  • mrmatteo93

    04 Febbraio 2016 - 11:11

    Veramente non c'e nulla di paradisiaco, si tratta di un campo di concentramento vero e proprio. Basta andare su google e cercare Nauru Detention Center per vedere con i propri occhi. Questo articolo la dice lunga sul livello di questo giornale. Complimenti

    Report

    Rispondi

    • nonnaBeta

      04 Febbraio 2016 - 14:02

      Non diciamo cretinate. !!! Se stanno così male possono sempre tornarsene a casa propria, non mi risulta che vengano trattenuti con la forza. Vogliono solo fare i furbi:

      Report

      Rispondi

  • burago426

    04 Febbraio 2016 - 09:09

    i nostri migranti potremmo mandarli sull'isola di Montecristo. Tanto a loro dovrebbe importare stare lontano dalle guerre...vero?

    Report

    Rispondi

blog