Cerca

Incontro coi vescovi

Papa Francesco in Messico: "Il narcotraffico è un cancro che divora la società"

Papa Francesco in Messico: "Il narcotraffico è un cancro che divora la società"

La Chiesa non può e non deve sottovalutare "la sfida etica e anti-civica che il narcotraffico rappresenta per l'intera società messicana". Sono parole durissime quelle pronunciate questo pomeriggio da Papa Francesco nell'incontro con i vescovi nella Cattedrale di Città del Messico: "Le proporzioni del fenomeno, la complessità delle sue cause, l'immensità della sua estensione come metastasi che divora, la gravità della violenza che disgrega e delle sue sconvolte connessioni, non permettono a noi, Pastori
della Chiesa, di rifugiarci in condanne generiche". Alla Chiesa messicana il Papa ha chiesto "un coraggio profetico e un serio e
qualificato progetto pastorale per contribuire, gradualmente, a tessere quella delicata rete umana, senza la quale tutti saremmo
fin dall'inizio distrutti da tale insidiosa minaccia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lepanto1571

    14 Febbraio 2016 - 09:09

    Un altro che non ha capito un tubo. La colpa della corruzione è dei drogati; i narcos sono dei commercianti criminali, ma non la causa della corruzione. E' più comodo dare la colpa a pochi piuttosto che inimicarsi una moltitudine di depravati. La chiesa parassita ha bisogno delle moltitudini per ricavare i soldi per viver da parassita della società, vendendo una droga peggiore ma più subdola.

    Report

    Rispondi

  • robylella

    13 Febbraio 2016 - 23:11

    Giustissimo, esattamente come la sinistra itallica ...

    Report

    Rispondi

blog