Cerca

Nuovi file Wikileaks

Berlusconi tradito da Bush. Era intercettato dagli Usa: lo scandalo, cosa diceva

Berlusconi e Bush

Si aggiunge un nuovo dettaglio da spy story su quel periodo concitato tra settembre e ottobre 2011, quando lo spread raggiungeva quote record e l'Italia sembrava sotto inquietanti minacce europee. Quelle settimane di fortissima tensione hanno portato alle dimissioni del governo Berlusconi, all'arrivo di quello dei professori guidato da Mario Monti. Diversi documenti resi pubblici da Wikileaks e pubblicati in Italia da Repubblica rivelano che tutti i leader politici europei erano intercettati dai servizi segreti americani, in particolare dalla Nsa, sotto le amministrazioni Bush e Obama. In un passaggio, l'agenzia di intelligence Usa riporta: "Un incontro tenutosi il 22 ottobre tra la cancelliera Angela Merkel, il presidente francese Nicolas Sarkozy e il primo ministro Silvio Berlusconi è stato definito nei giorni seguenti come teso ed estremamente duro verso il governo di Roma dal consigliere personale per le relazioni internazionali del primo ministro italiano, Valentino Valentini. Merkel e Sarkozy, che evidentemente non tolleravano scuse sull'attuale situazione difficile dell'Italia, hanno fatto pressioni sul primo ministro affinché annunciasse forti e concrete misure e affinché le applicassero in modo da dimostrare che il suo governo è serio sul problema del debito italiano".

Gli attacchi - Dalle intercettazioni sulla linea telefonica di Valentini, gli americani riportano gli attacchi contro il governo di Berlusconi che arrivano da Parigi e Bruxelles: "Sarkozy avrebbe detto a Berlusconi che, mentre le affermazioni di quest'ultimo sulla solidità del sistema bancario italiano, in teoria, potyevano anche wessere vere, le situazioni finanziare italine potyrebbero presto 'saltare in aria' come il tappo di una bottiglia di champagne e che 'le parole non bastano più' e che Berlusconi 'ora deve prende delle decisioni'". Il 24 ottobre Valentini informa che il presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy: "ha sollecitato l'italia ad adottare misure finalizzate a riduette l'impressione all'interno dell'Unione europea che l'Italia sia oppressa da un enorme debito, in un momento in cui sta lottando anche con una bassa produttività e la sua economia sta mostrando poco dinamismo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Arch Stanton

    16 Ottobre 2016 - 21:09

    "Berlusconi tradito da Bush". Poi leggi l'articolo e non c'entra niente. Per quanto riguarda Sarkozy e Merkel, adesso sappiamo che Berlusconi aveva ragione, le politiche da loro volute ed attuate da Monti hanno distrutto l'economia italiana facendoci sprofondare nella disoccupazione e povertà.

    Report

    Rispondi

  • dodaro

    24 Febbraio 2016 - 08:08

    Il povero Berlusconi e gli Italiani hanno subito dalla stampa americana-inglese una terribile umiliazione e offesa imperdonabile. Vadano alla malora, sono dei traditori da diversi anni . Gli americani e inglesi di oggi mi fanno ribrezzo. Stanno rovinando il Mondo intero.Preferisco la Russia di PUTIN.

    Report

    Rispondi

  • lonato47

    23 Febbraio 2016 - 19:07

    E tra poco scopriremo che anche "il caro amico Putin" lo ascoltava tra una scopata e l'altra

    Report

    Rispondi

  • gigi primo

    23 Febbraio 2016 - 17:05

    Diciamo che il periodo interessato è quello dell'abbronzato?!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog