Cerca

Timore per i nostri connazionali

Italiani uccisi in Libia, chi sono i due che restano nelle mani dei terroristi islamici

Italiani uccisi in Libia, chi sono i due che restano nelle mani dei terroristi islamici

Orrore in Libia: Fausto Piano e Salvatore Failla sono stati uccisi, usati come scudi umani dai jihadisti. I due, dipendenti della società di costruzioni Bonatti, erano stati rapiti nel luglio 2015. Ora, nelle mani dei terroristi islamici, restano Gino Pollicardo e Filippo Calcagno, anch'essi dipendenti della stessa società. Pollicardo è ligure di Monterosso, nelle Cinque Terre. La famiglia, sul suo conto, ha sempre chiesto il massimo riserbo. Failla è di Carlentini, Siracusa, e ha 47 anni. Abitava nella zona nord della città, insieme alla moglie e alle due figlie di 14 e 22 anni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog