Cerca

Il parere del Professore

Romano Prodi: "Guerra in Libia ultima cosa da fare. L'uccisione dei due italiani atto deliberato, all'Isis conviene"

Romano Prodi:

"Non ci sono le condizioni per un intervento in Libia". "No a interventi superficiali o frettolosi". Su una cosa, Romano Prodi e Silvio Berlusconi sono d'accordo: un intervento militare italiano nel paese che fu di Gheddafi potrebbe avere conseguenze gravissime per il nostro paese. In particolare il Professore, intervistato dal Tg3, sottolinea come la guerra in questo momento sia "l'ultima, l'ultima cosa da fare". Lo ripete due volte, drammaticamente. Qualche ora prima è arrivata la notizia della tremenda morte di due italiani tenuti in ostaggio in Libia e su questo punto l'ex premier ha una tesi inquietante: "Penso più a qualcosa di deliberato che non a un incidente". "Per l'Isis - aggiunge Prodi - avere quattro ostaggi italiani è una formidabile forma di pressione". Negativa una eventuale divisione della Libia in tre Paesi. "Ci sarebbe la corsa delle potenze straniere ad avere influenza su uno dei tre Paesi - conclude Prodi - allo stato le uniche cose che uniscono la Libia sono la banca centrale e l'ente petrolifero che gestisce il petrolio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • barattolino

    04 Marzo 2016 - 12:12

    prodi e monti sono uguali se si fa il contrario di quello che pensano e fanno si fa la cosa giusta e' matematica e' come la prova del 9 lino

    Report

    Rispondi

  • nordest

    04 Marzo 2016 - 09:09

    I due Italiani si sono fidati dell'autista mussulmano ingenui , non ci si può fidare di un mussulmano: nel suo animo c'è troppo odio nei nostri confronti. Adesso questo criminale mussulmano si aspetta le vergini o le stronze che qualche idiota iman gli ha promesso

    Report

    Rispondi

  • aaronrod

    03 Marzo 2016 - 23:11

    Hai ragione. Abbiamo pagliacci al Governo e il bello pare sian tutti contenti gli italiani. C' è ancora troppo benessere. Per una vera ribellione ci va un bel periodo di "magra", solo allora la gente si sveglierá e sará unita con un unico ideale.

    Report

    Rispondi

  • PETRO

    PETRO

    03 Marzo 2016 - 22:10

    E' rinsavito ??Almeno in questo ha ragione !

    Report

    Rispondi

blog