Cerca

Il piano militare

Parla l'ambasciatore americano in Italia: "Italia deve intervenire in Libia con cinquemila militari"

Bombardamento Usa in Libia: ci sono morti

La morte dei due tecnici italiani in Libia, Fausto Piano e Salvatore Failla, è solo l'ultima concreta dimostrazione che non è più sufficiente la diplomazia per risolvere il caos del Paese nordafricano. L'intervento militare è ormai un fatto ineluttabile, restano però da capire i dettagli che porteranno l'Italia a guidare una coalizione internazionale sotto l'egida dell'Onu. Dagli Stati Uniti nei giorni scorsi era arrivato il via libera dai vertici militari, già impegnati in azioni di contenimento sul territorio libico con i blitz dei Predator di stanza a Sigonella. Ora però tocca agli italiani mettere in campo uno sforzo militare adeguato alla situazione, come suggerisce lo stesso ambasciatore americano a Roma, John R. Phillips, al Corriere della sera: "L'Italia potrà fornire fino a circa cinquemila militari. Occorre rendere Tripoli un posto sicuro e far in modo che l'Isis non sia più libero di colpire". Da parte loro, gli Stati Uniti affiancheranno le nostre truppe con: "l'intelligence, non abbiamo ancora discusso di nostre truppe".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Delta16

    Delta16

    04 Agosto 2016 - 12:12

    Grande, dopo il casino che hanno combinato Americani e Francesi con Gheddafi ora che il "cerino brucia" loro se ne stanno "tarnquilli a bombardare" e gli Italiani dovrebbero andare sul territorio, come "carne da macello".

    Report

    Rispondi

  • cane sciolto

    04 Agosto 2016 - 01:01

    Perchè deve decidere gli Americani? e perchè non decide la Nato? e ancora perchè non si mettono d'accordo anche con la Russia che sia gli Americani e sia l'UE l'anno disprezzata invece di apprezzarla anche perchè non sono dei guerrafondai?

    Report

    Rispondi

  • Napolionesta

    03 Agosto 2016 - 12:12

    Abbiamo uno staff tipo Pinocchietto, Gianni e Pinotti, Morgherina, etc.etc. che sicuramente batterebbero l`ISIS.Che ridere.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    05 Marzo 2016 - 14:02

    Guerra è una parola seria.Ancor più quando non ci sono i soldi per farla.La racconti meglio.Pagliaccio.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog