Cerca

Pericolo da evitare

Perché dal parrucchiere potete morire. L'allarme terribile dopo il caso di una donna

Dal parrucchiere si può morire: il caso choc della signora che lancia l'allarme

Andare dal parrucchiere può essere mortale. L'allarme nasce dopo il caso di una donna del Massachussetts di 48 anni. La signora ha citato in giudizio il suo parrucchiere dopo aver avuto un ictus a distanza di due settimane dal suo appuntamento nel salone. La donna ha scoperto che l’ictus era stato provocato dalla posizione scomoda e innaturale assunta durante il lavaggio dei capelli.

Chiunque di noi, dal parrucchiere, avrà notato un certo fastidio, se non dolore, quando il collo si appoggia al lavabo per permettere al coiffeur di operare. E sembra che ogni movimento che causa un’iperestensione della nuca (quando tiri indietro la testa fino a che la posizione non risulta scomoda) può potenzialmente danneggiare una delle quattro arterie che portano sangue al cervello.

Il rischio, ovviamente piuttosto remoto, è che una vena possa bloccarsi a causa della posizione, e quindi potrebbe interrompersi il flusso di sangue al cervello. Lo spiega il dottor Aneesh Singhal, professore di neurologia alla Harvard Medical School. La cosa allarmante è che il danno a una di queste arterie è privo di sintomi e ci si potrebbe accorgere del danno solo davanti ai sintomi dell’ictus: come mal di testa nella zona frontale, dolore alla nuca, difficoltà nel linguaggio, problemi di vista improvvisi, difficoltà nel camminare. Potrebbero volerci giorni o settimane prima che i sintomi possano affacciarsi. In un caso come questo il dottor Singhal sconsiglia l’assunzione di aspirina (consigliata in caso di infarto, ad esempio, in attesa dell’ambulanza) ma consiglia di chiamare subito i soccorsi. Ovviamente prima si tratta un ictus e più si riducono le conseguenze.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog