Cerca

Via l'esercito

Il generale Jean: ecco tutta la verità su Putin. Guerra, perché dovremmo fare come lui

Il generale Jean: ecco tutta la verità su Putin. Guerra, perché dovremmo fare come lui

"Ancora una volta Putin ha saputo sorprendere l'opinione pubblica internazionale". Il generale Carlo Jean, in una intervista a il Giorno, analizza la mossa del presidente russo di ritirare le sue truppe dalla Siria: "A mio avviso le ragioni sono tre. Da un lato c'è la volontà di passare agli occhi del mondo come un convinto sostenitore del processo di pace di Ginevra, ora in una fase cruciale: mostrando di fare pressione sull'alleato Assad, Putin afferma il ruolo della Russia come grande e saggia potenza. Ma ce ne sono anche altri due. Una sono i crescenti costi della guerra di Siria, che pesano molto, con il barile a 38 dollari, sul traballante bilancio russo". E poi Putin non vuole "rimanere impantanato in una guerra lunga che potrebbe essere un nuovo Afghanistan. Putin dice: Abbiamo battuto i terroristi e se ne va. Cosa che, sia detto per inciso, avrebbero dovuto fare gli americani dopo aver fatto fuori i talebani".

C'è poi la questione libica. Il consiglio di presidenza ha deciso di non chiedere più il voto di fiducia del parlamento, un atto questo, spiega Jean, "alla disperata. Il governo di unità nazionale è un governo senza forze armate proprie, è una testa senza corpo perché le milizie appartengono ad altri. Non ha nessuno disposto a morire per lui. Serraj ha cercato di dare una spallata, forte dell'appoggio internazionale, sperando che la minaccia faccia un qualche effetto". Ma ora se Serraj va davvero in Libia "rimane libero poche ore, e poi viene messo in galera. Minimo". E comunque, conclude Jean, se anche "il governo Serraj riuscisse a insediarsi rischiamo di avere tre governi invece di due, perché dubito che quelli di Tripoli e Tobruk si scioglierebbero". In sostanza solo quando Isis diventerà davvero un pericolo allora "ci sarà un intervento occidentale con strike aerei".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog