Cerca

Cambio ai vertici

La mossa del Papa: chi caccia. Così strizza l'occhio all'islam

La mossa del Papa: chi caccia. Così strizza l'occhio all'islam

Il mandato del cardinale Angelo Scola a Milano scade il prossimo novembre, quando compirà 75 anni, e nella diocesi è già aria di cambiamento. Riporta il Giornale che per la diocesi ambrosiana Papa Francesco starebbe pensando a padre Pierbattista Pizzaballa, custode di Terra Santa, francescano, uomo chiave nel dialogo tra Vaticano e Terra Santa.

In realtà il Pontefice dopo il compimento dei 75 anni, secondo il diritto canonico, può anche non nominare il successore ma prorogare di qualche anno il mandato. Così è stato per Palermo, per esempio, dove il cardinale Paolo Romeo è rimasto in carica due anni e otto mesi oltre alla scadenza, oppure a Bologna, dove Bergoglio ha confermato il cardinale Carlo Caffarra.

Scola andrà in pensione il 7 novembre prossimo e in questo caso Papa Francesco non pensa a una conferma ma a Pizzaballa, appunto. Del reso tra il Pontefice e l'attuale arcivescovo di Milano non c'è una particolare simpatia e soprattutto non è gradita la sua vicinanza a Comunione e Liberazione. Pizzaballa, nato il 21 aprile 1965 a Cologno al Serio (Bergamo), è invece un prete di dialogo. È stato lui il regista della visita dei presidenti palestinese e israeliano, Abu Mazen e Shimon Peres, in Vaticano ed è stato lui a organizzare la visita di Bergoglio in Terra Santa nel 2013. La sua nomina insomma sarebbe in continuità con l'ex arcivescovo di Milano, il cardinale Carlo Maria Martini di cui era molto amico e rappresenterebbe anche un ponte nel dialogo con la comunità islamica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pierinod

    31 Marzo 2016 - 12:12

    Sono cresciuto con una educazione cattolica, ma oggi sono arrivato alla conclusione che questo Papa dovrebbe fare solo una cosa: chiedere perdono ai 'pochi' fedeli rimasti per tutte le nefandezze e le porcate di cui si è macchiata la chiesa cattolica e destinare TUTTI i beni del Vaticano a quei milioni di poveri che anche la chiesa ha contribuito a creare 'dimenticando' ciò che dice il Vangelo...

    Report

    Rispondi

  • binariciuto

    26 Marzo 2016 - 12:12

    Soltanto un furbo extracomunitario sudamericano che gli italioti finanziano abbondantemente coll'8 per mille + non attribuito, + esenzioni fiscali, + consumo d'acqua, + sorveglianza + mille altri fringe benefits. Papa Ratzinger (il Papa vero) suonava Mozart, questo al massimo la cornamusa o le naracas.

    Report

    Rispondi

  • Anna 17

    Anna 17

    26 Marzo 2016 - 09:09

    Si comporta molto peggio di San Pietro che in una notte, per paura, rinnegò il Cristo per tre volte. Questo presunto papa si comporta peggio. Per paura e mancanza di dignità è pronto a rinnegare se stesso e tutta la Chiesa Cattolica per un volgare tornaconto personale. Uomo piccolo e squallido, non in grado d'essere neppure un presunto papa.

    Report

    Rispondi

blog