Cerca

L'inchiesta

Panama papers, capi di stato, vip dello spettacolo, campioni: chi sono i Vip con i conti off shore

Panama papers, capi di stato, vip dello spettacolo, campioni: chi sono i Vip con i conti off shore

In totale sono 72 tra capi o ex capi di Stato ad essere presenti tra le persone citate nei Panama Papers. Tra quelli in carica anche il presidente argentino Mauricio Macri. La società panamense Mossack Fonseca sostiene di essere stata vittima di una attacco informatico. Versione non confermata dalle testate del pool informativo che hanno svelato lo schema ma che allo stesso tempo non hanno finora spiegato come sono entrate in possesso della gigantesca mole di documenti. Per quanto riguarda il presidente argentino il suo coinvolgimento risalirebbe a quando era sindaco di Buenos Aires e "amministrava una società con sede alle Bahamas". Il connazionale più famoso, Lionel Messi, iniziò a sfruttare lo schema a partire dal 2013, dopo che la procura spagnola (Messi gioca nel Barcellona) lo aveva accusato di reati fiscali. La società usata da Messi e dalla sua famiglia si chiama "Mega Star Enterprises" ed i beneficiari sono il padre Horacio e lo stesso calciatore. Anche il mondo dell’arte non è immune al sistema: tra i clienti dal 1991 della società panamense spunta il nome anche del regista Pedro Almodòvar con il fratello Agustìn, a cui è legata una società offshore "Glen-Valley Corporation". Notizia smentita dai fratelli Almodovar. Dei 12 capi di stato citati 6 sono al momento in carica: Putin, Xi Jinping (anche se chiamati in causa sono i familiari e non il presidente cinese direttamente), lo stesso per l’azero Ilham Aliyev, l’ucraino Poroshenko, miliardario a capo di un impero dei dolciumi, il re saudita Salman, l’argentino Macri. Ci sono poi due premier in carica, l’islandese Gunnlaugsson ed il pakistano Nawaz Sharif. A questi si aggiungono 128 tra politici e alti dirigenti. Del circolo fanno partre anche 29 tra le persone più ricche del mondo citate nella lista di Forbes. Per ogni nazione un quotidiano è stato coinvolto nell’analisi delle 11,5 milioni di pagine di documenti, che arrivano fino al 2015. In Francia Le Monde punta il dito contro la gloria nazionale Michel Platini, presidente sospeso della Uefa. Nel cinema oltre ad Almodovar c’è anche il nome del popolare attore/regista Jackie Chan.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    06 Aprile 2016 - 12:12

    Ma che Panama carte...Questi bastardi ci stanno distraendo per mettere nuove tasse.

    Report

    Rispondi

  • Nat1944

    05 Aprile 2016 - 09:09

    .........i nostri politici invece di parlare semopre dei pensionati in tutte le reti televisive, iniziassero a parlare dei grandi evasori italiani, visto che i quotidiani riportano che sono almeno mille!!! Se veramente hanno evaso, debbono pagare fino all'ultimo centesimo senza trovare vie d'ucita o scorciatoglie varie!!!

    Report

    Rispondi

blog