Cerca

Immigrazione

Il piano di Renzi per la Libia: eurobond per pagare lo stop dei migranti in Africa

Il piano di Renzi per la Libia: eurobond per pagare lo stop dei migranti in Africa

Altro che missione militare. Altro che aerei, navi e missili. In Libia, dove il neopremier Sarraj è solo un fantoccio della comunità internazionale e grandi zone del Paese sono di fatto sotto il controllo dell'Isis, il premier italiano Matteo Renzi vuole far piovere miliardi di euro. Per farlo, ha presentato al presidente del consiglio della Ue Donald Tusk e al presidente della Commissione europea Juncker un piano per costituire degli eurobond che permettano di replicare con la Libia quanto si sta facendo in Turchia, alla quale l'Europa paga miliardi perchè faccia più filtro possibile coi migranti in arrivo dalla Siria e oltre (s'è visto fin qui con quali risultati). Il piano parrebbe aver trovato buona accoglienza presso i palazzi europei, ma non passerà certo senza l'avallo della consigliera tedesca Angela Merkel. Se Frau Angela dirà sì, le tasche senza fondo dell'Europa si apriranno nuovamente per finanziare un Paese oggi tra i più instabili al mondo e dove, di fatto, un governo nemmeno c'è.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • SGis

    17 Aprile 2016 - 20:08

    FERMATELO QUESTO INDIVIDUO E' PAZZO

    Report

    Rispondi

  • francesco assumma

    17 Aprile 2016 - 20:08

    Quando il popolo italiano si deciderà a mandare a casa questo " uomo " " Renzi "?. Quando prenderà coscienza del disastro che sta facendo al Nostro Paese? Quando.........? Quando.......? Quando....? Potrei continuare ma rivolgersi ai sordi sarebbe tempo sprecato. Mi rivolgo principalmente alla maggioranza dei politici che stanno sguazzando per godersi i privilegi pubblici e dire BASTA.

    Report

    Rispondi

  • nippur62

    17 Aprile 2016 - 19:07

    Meglio mandarlo a casa immediatamente ma siamo sicura che sia normale???????

    Report

    Rispondi

blog