Cerca

Tragedia a Londra

L'aereo apre i carrelli, clandestino precipita per 500 metri su un tetto e muore

L'aereo apre i carrelli, clandestino precipita per 500 metri su un tetto e muore

Ieri mattina, negli uffici della "Notinthehighstreet.com", un'azienda di commercio online con sede nella zona sud-occidentale di Londra, si moriva di caldo. Anzi, secondo gli impiegati l'aria era "soffocante tanto da crollare addormentati sulle scrivanie". Il responsabile dell'impianto di condizionamento è stato allertato ed è salito sul tetto per vedere se qualcosa non andava.

Lì ha fatto una scoperta atroce. La maxi-ventola dell'impianto era bloccata perchè al suo interno era incastrato un corpo umano. Michael Bentley, questo il nome del tecnico, ha dichiarato di aver notato prima un piede, poi una gamba e, infine, più in basso, un volto umano. Ha chiamato la polizia che ha ricostruito l'accaduto ed è risalita all'identità della vittima. Carlito Vale, questo il nome del morto, sarebbe caduto da un aereo in atterraggio al vicino aeroporto di Londra Heathrow. Di nazionalità del Mozambico, Vale, 29 anni, era ancora vivo, secondo il medico legale che ha effettuato l'autopsia sul suo corpo, quando il jet della British Airways in arrivo da Johannesburg, ha aperto i carrelli per l'atterraggio. L'aereo si trovava in quel momento a 1.400 piedi di quota (circa 500 metri) e la caduta è stata fatale per il povero Carlito. Non è la prima volta che, lungo il sentiero di discesa verso Heathrow, viene ritrovato un corpo di un "clandestino" precipitato dal vano carrelli di un aereo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog