Cerca

Vittoria tardiva

Marò, alla fine l'India si decide: "Rientro immediato per Girone"

Marò, alla fine l'India si decide: "Rientro immediato per Girone"

Salvatore Girone potrà fin dai prossimi giorni tornare in patria: lo rende noto la Farnesina che in una nota sottolinea di accogliere «con soddisfazione» la decisione odierna della Corte Suprema indiana che ha dato urgente attuazione a quanto stabilito dal Tribunale arbitrale de L’Aja il 29 aprile scorso, come richiesto nei giorni scorsi dall’Italia.

In linea con quanto stabilito dal Tribunale de L’Aja, si legge ancora nella nota, Italia e India hanno cooperato nelle ultime
settimane per definire le condizioni e le modalità del rientro e della permanenza nel nostro Paese di Girone, in pendenza della
procedura arbitrale sul caso della Enrica Lexie. Il Governo, nell’attesa di accogliere finalmente in patria Salvatore Girone,
rinnova l’impegno a conformarsi alle condizioni e modalità stabilite dalla Corte Suprema indiana. La decisione odierna è
un risultato importante che riconosce l’impegno intrapreso dal Governo italiano con il ricorso all’arbitrato internazionale per
fare valere le ragioni dei nostri due Fucilieri di Marina. Con lo stesso impegno l’Italia si presenterà ai prossimi passaggi
previsti dal procedimento arbitrale.

La data - Il premier italiano, Matteo Renzi, ha annunciato che Salvatore Girone sarà in Italia per il 2 giugno, alla Festa della Repubblica. Lo ha scritto su Twitter, poco dopo la decisione della Corte Suprema indiana di far rimpatriare il fuciliere di Marina. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rizzo170

    27 Maggio 2016 - 00:12

    Leggo le sofferenze dei sue maro!!!! Vorrei ricordare che non sono soldati che lottano per la patria ma guardie affidate alla petroliera stipendiati a non meno di 7000€ al mese vorrei ricordare che i due maro che l'Italia è il governo si appresta con vanto a ricevere in Italia da eroi sono accusati di duplice omicidio hanno ammazzato due pescatori disarmati e su questo non vi è dubbio lo conferma la balistica dei proiettili il problema è dove saranno processati non che sono innocenti al loro rientro e previsto nel 2018 il loro processo in Italia e dovranno rispondere di duplice omicidio perché il codice navale prevede quando una qualsiasi barca si avvicina alla petroliera dopo essere stata avvertita con dei segnali luminosi che danno per scontato tutti devono conoscere anche i pescatori, di sparare raffiche in acqua e così è stato nessuno lo nega solo che i proiettili invece di finire in acqua anno centrato due pescatori uccidendoli sul colpo ripeto non due animali ma due esseri umani e su questo sono d'accordo tutti il problema èra dove dovevano essere processati non se sono innocenti o meno per me una persona che fa questo mestiere dovrebbe quantomeno sapere mirare bene, non chiamateli eroi gli eroi sono altri

    Report

    Rispondi

  • ariete84

    26 Maggio 2016 - 14:02

    Dopo le prese in giro, i continui rinvii ecc. degli Indiani, che ci hanno costretto a rivolgerci all'Aja, Renzi si è pure precipitato a dire "rinnoviamo la nostra amicizia a questo grande paese che è l'India e bla bla bla. Ma non ci faceva fare piu' bella figura a starsene zitto.

    Report

    Rispondi

  • gescon

    26 Maggio 2016 - 13:01

    Se non lo piazzava su Twitter non si sarebbe comportato da sbarbato. Purtroppo dimostra di non essere all'altezza e non perde occasione per confermarlo. A questo punto non c'è dubbio è guidato e lui si presta e mette la faccia. Insomma una comparsa.

    Report

    Rispondi

  • Bolinastretta

    26 Maggio 2016 - 12:12

    La sofferenza dei due marò e delle famiglie, per non parlare dei i soldi spesi .....mettere tutto in conto alla TRIADE: MONTI LETTA RENZI!!! vergogna...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog