Cerca

Padrone del mondo?

Si fa un "regalo" da 2,5 miliardi di €. Putin scatenato: cosa si è comprato

Vladimir Putin

Non ha badato a spese, Vladimir Putin: 186 miliardi di rubli, circa 2,5 miliardi di euro. Si parla di idrocarburi. Già, perché nel giorno in cui il petrolio è tornato a superare i 50 dollari al barile, la Russia ha inaugurato una nuova era nell'estrazione e nel trasporto degli idrocarburi: le riserve del giacimento artico di Novoportovskoye, tra i giacimenti più importanti del Paese, saranno trasportati via mare. A dare il là al primo carico della prima petroliera - sottolinea Italia Oggi - è stato ovviamente lui, lo zar Putin, che in un video-collegamento dal Cremlino ha azionato, virtualmente s'intenda, le pompe del terminal petrolifero Vorota Arktiti, la porta dell'Artico, situato direttamente sul mare e a 3,5 km dalla costa del Golfo dell'Ob.

Nel dettaglio si tratta di un oleodotto di oltre 100 km che collega il giacimento di Novoportovskoye alla costa dell'Ob. Da quest'ultimo punto, un prolungamento sottomarino protetto da un guscio di cemento, il quale a regime potrà alimentare un trasbordo pari a 8,5 milioni di tonnellate di oro nero all'anno. Dietro al progetto c'è il colosso Gazprom, che ha sottolineato come si tratti di una struttura unica e progettata per resistere a condizioni ambientali estreme: in quella remota regione artica, infatti, le temperature scendono sotto i 50° e i venti soffiano fino a 40 metri al secondo; lo spessore del ghiaccio, infine, può superare i due metri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • milibe

    27 Giugno 2016 - 19:07

    meglio putin che la merkel

    Report

    Rispondi

blog