Cerca

Paura attentati

Francia nel mirino: voleva compiere attentati durante Euro 2016, arrestato un esponente dell'estrema destra in Ucraina

Saint Denis terrorismo

Tre lanciarazzi, 125 chili di esplosivo e cinque Kalashnikov. Un vero e proprio arsenale, nascosto nel bagagliaio dell’auto e destinato, pare, a essere usato per compiere degli attentati in Francia, forse durante gli Europei di calcio che inizieranno il 10 giugno. Il 25enne francese Gregoir M. è stato fermato dalle autorità di Kiev mentre cercava di attraversare il confine con la Polonia lo scorso 21 maggio, ma la notizia è stata resa nota solo ora. I servizi di sicurezza ucraini tenevano sotto controllo il giovane francese da diversi giorni prima dell’arresto e sono ora a caccia di un possibile complice.

Secondo le prime indagini avrebbe contatti con gruppi di estrema destra: nella sua casa a Nant-le-Petit, nel dipartimento della Mosella nella zona est della Francia, sono stati trovati esplosivi e materiale di propaganda di gruppi di estrema destra. Dopo l’arresto Gregoir M. avrebbe lanciato invettive contro la politica del governo “sul massiccio arrivo di stranieri in Francia, la diffusione dell’Islam e la globalizzazione”. Secondo alcune fonti ucraine, tra gli obiettivi, una quindicina in tutto, che il giovane voleva colpire, ci sarebbero stati anche luoghi di culto musulmani ed ebraici, oltre che edifici simbolo della Francia.

Le autorità francesi, tuttavia, si mostrano molto caute sul fermo del 25enne, temendo che si possa trattare di una mossa dell’Ucraina per sbloccare le difficili trattative con l’Unione europea sulla liberalizzazione dei visti. In ogni caso, la polizia giudiziaria di Nancy, nel dipartimento della Mosella, ha aperto un’inchiesta per traffico d’armi il giorno dopo l’arresto di Gregoir M.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog