Cerca

La storia

Serata "folle" tra pub e alcol, poi al risveglio la scoperta choc: non ha più la mano

Amelia Welch

Notte “folle” tra pub e locali, alcol e feste. Poi, il giorno dopo, il risveglio e la scoperta choc. Amelia Welch, studentessa inglese di 20 anni, si accorge di avere perso la sua mano durante la serata con gli amici a Plymouth. La giovane, che è nata con una malformazione congenita, di solito indossava una mano artificiale per uscire. Così aveva fatto quel fatidico venerdì sera, ma a un certo punto della serata qualcosa deve essere andato storto e la protesi si è “staccata” ed è caduta da qualche parte, senza che la ragazza, probabilmente un po’ annebbiata dall’alcol bevuto, se ne accorgesse.

“Non so a che punto l'ho persa, so solo che non avevo più la mano il giorno successivo. Penso che sia accaduto quando sono andata in bagno, probabilmente sarà caduta senza che me ne rendessi conto - ha raccontato la giovane al Sun - È una cosa estetica, ma mi dà fiducia ed è molto costosa. È inestimabile per me, ma inutile per chiunque altro”. 

Appena si è resa conto di quanto accaduto Amelia ha iniziato a cercarla, chiedendo aiuto anche ai suoi amici, ma purtroppo la mano non è stata ritrovata. Siccome la mano artificiale è costata 3 mila sterline (quasi 4 mila euro), è molto difficile che la studentessa possa sostituirla con una nuova. Perciò ora ha lanciato un annuncio al web, promettendo una ricompensa di 100 sterline (circa 130 euro) per chiunque le ritrovi la protesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog