Cerca

Condannata all'ergastolo

Non vuole fare sesso con lei, la moglie lo uccide a bastonate

Si rifiutava di fare sesso con lei. Lei, da parte sua, era convinta che alla base del rifiuto ci fosse un'altra donna. E così, dopo diversi litigi, una donna indiana di 50 anni, ha perso la testa e si è scagliata contro il marito, uccidendolo a bastonate. Poi è stata lei stessa a chiamare la polizia. Inizialmente la donna avrebbe detto di aver ucciso il compagno per legittima difesa, ma durante l'interrogatorio ha ceduto raccontando tutta la verità. I fatti risalgono al novembre 2013, ma oggi Vimla vaghela è stata condannata all'ergastolo per la morte del marito Narsinh.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianni1946

    gianni1946

    17 Giugno 2016 - 00:12

    Ops che ninfomane,,,,

    Report

    Rispondi

    • neveradhimmi

      18 Giugno 2016 - 15:03

      Balle: è solo una donna normale che gode facendo sesso, non come le italiane, per lo piú anorgasmiche, anche per colpa di una cultura che considera il sesso peccato o superfluo, disprezzando la donna che gode al punto che l'ideale è "la semprevergine". È solo una che pretende sesso, com'è giusto da parte di una moglie. Ovviamente, non doveva assassinarlo bastava divorziarlo. Andrebbe giustiziata.

      Report

      Rispondi

blog