Cerca

Il libro

"Yes Web Can": la storia (incredibile) del candidato italiano alla Casa Bianca

"Yes Web Can": la storia (incredibile) del candidato italiano alla Casa Bianca

Si chiama Alex Anderson e molti di voi avranno incrociato qualche suo messaggio su Twitter, magari diretto al Frank Underwood di House of Cards. Anzi, i due condividono uno status mica da poco: sono entrambi a capo degli Stati Uniti d'America, ognuno nel suo mondo. Televisivo nel caso del personaggio interpretato da Kevin Spacey, tra le pagine di un libro per quanto riguarda Anderson. Il personaggio è nato grazie alla penna di Alessandro Nardone, romanziere di Como, che con il suo precedente Il Predestinato aveva proprio raccontato le vicende di Anderson e di uno sparuto gruppo di amici-nemici, coinvolti in una serie di intrighi nazionali basati sulle vicende, vere questa volta, del Datagate e di Edward Snowden.

A differenza della storia precedente, quella descritta nel recente Yes Web Can (Youcanprint, 2016) narra vicende concrete, quasi paradossali, che hanno visto Nardone spendere notti intere nel tentativo di costruire per il suo alter ego una rispettabile identità social, che alla fine pare aver convinto tanti americani ad appoggiare la sua causa, quella di un repubblicano che ha sposato tanti temi vicini ai democratici, più di quanto lo abbia fatto l'attuale Obama e la futura "predestinata" Clinton, nella campagna attuale.

Yes Web Can è un lavoro che narra una case history davvero particolare, con al centro un fake con oltre 20.000 followers e la forza di mandare avanti, prima del personaggio, idee ben precise: privacy, libertà economica, meno tasse e il coinvolgimento dei più giovani. Un programma politico che ha ingannato anche i siti web a stelle e strisce, quelli che elencano i candidati distrettuali, che hanno inserito nei vari database anche il "fantasma" di Twitter. Nella trappola 2.0, uno scherzetto che è quasi un manuale da passare agli alunni di sociologia e marketing, ci è cascata pure la Bbc, che a Como è andata per girare un video chiarificatore e lanciare nel mondo la notizia del "candidato italiano alla Casa Bianca". È partito tutto da qui l’interesse che ha coinvolto media internazionali, come Globo e De Morgen, persino I fatti vostri di Giancarlo Magalli.

L'incredibile storia di Alex Anderson è raccontata con dettaglio e peculiarità nel volume Yes Web Can dallo stesso Nardone e da due co-autori: Carlo Cattaneo, giornalista di Lettera 43 e Antonino Caffo, firma di Panorama.it, Data Manager e Motherboard/Vice; mentre la prefazione e a cura di Luca Rigoni, volto di Tgcom 24. I tre sono in giro in Italia per la promozione del libro, prossima tappa il 15 luglio alla libreria Open di Milano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog