Cerca

Terrore sui mercat

Il Regno Unito ha seppellito l'Europa. Bomba-Brexit, vince il sì: se ne vanno

Il Regno Unito ha seppellito l'Europa. Bomba-Brexit, vince il sì: se ne vanno

Un sonoro, storico e drammatico schiaffo all'Europa. Dopo un lungo testa a testa, dopo un duello all'ultimo voto, ecco il verdetto: vince il "sì" alla Brexit. Il Regno Unito dice addio all'Europa. A favore della Brexit il 51,8% dei votanti, contro il 48,2% a favore del "remain". Un verdetto che ha sovvertito le prime indicazioni della notte, secondo le quali, dagli opinion poll in poi, era davanti il fronte pro-europeista. La Bbc, da par suo, è stata la prima ad annunciare la vittoria del Leave.

Un momento storico, e drammatico, tanto che sui mercati finanziari globali il panico ha già iniziato a diffondersi: la sterlina è in caduta libera, le Borse asiatiche, aperte a scrutinio in corso, stanno precipitando. L'ultima speranza per gli europeisti erano i dati in arrivo da Londra e Scozia, che però difficilmente avrebbero capovolgere il verdetto. Un "gigante" come il Regno Unito, dunque, dice addio alla Ue: ora entreremo in territori che ancora non sono stati esplorati.

Vince il fronte euroscettico guidato da Nigel Farage. Chi invece ne esce con le ossa rotte è il premier, David Cameron, che dopo aver indetto il referendum si è battuto a favore del "remain", perdendo. Una sconfitta, la sua, che secondo le indiscrezioni degli ultimissimi minuti potrebbe spingerlo a presentare le dimissioni.

Il dato sull'affluenza si è attestato al 72,1%, più basso rispetto a quanto affermato dopo i primi conteggi della serata. Il picco dell'84% è stato registrato a Gibilterra, dove il "remain" ha stravinto con il 95,4 per cento.

Ma tant'è: il Regno Unito è fuori dall'Unione Europea. L'alba di una nuova Europa, dove ci si può ribellare, dove si può anche andare via. Un giorno che, e per una volta lo si può dire senza esagerazioni, fa la storia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nastasi.giorgio

    24 Giugno 2016 - 21:09

    L'Importate è difendere le proprie idee,mediare i propri interessi ,senza però suicidarsi..Stanno disgregando il Regno Unito..Dopo la perdita dell'Impero ora si paventa la perdita di Scozia e Ulster...Non è certamente per ora una vittoria..

    Report

    Rispondi

  • Andro-meda

    24 Giugno 2016 - 15:03

    Onore al popolo inglese! In mezzo a un branco di pecore è bello vedere che esiste ancora un popolo con gli attributi che ha orgoglio di se. Magari gli italiani fossero così. Ci toglieremo dai piedi il cancro dell'europa e dell'euro una volta per tutte.

    Report

    Rispondi

  • robylella

    24 Giugno 2016 - 13:01

    Annuntio vobis gaudium magnum: habemus Brexit! L'inizio della fine della maledetta UE, dittatoriale, piena di ricatti, nata sotto una buona idea ma cresciuta malamente, tale da diventare un organismo mongolide, è l'inizio della fine che spero giungerà presto: morte a questa europa per rinascere sotto una stella e condizioni migliori per il bene delle popolazioni del vecchio continente!

    Report

    Rispondi

  • nellomaceo

    24 Giugno 2016 - 11:11

    Tante sono ormai le trasmissione alla TV che parlano di politica ed ora di Brexit.Negli studi ci sono i soliti politici,i soliti giornalisti i soliti pseudoimprenditori pubblici.Questa gente guadagna alla fine del mese stipendi molto remunerativi rispetto al proprio pseudolavoro,Queste persone sono sanguisuga del popolo e veri Magnacci.La gente con stipendi da fame e pensioni ridicole dovrebbe

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog