Cerca

La vittoria di Brexit

Adesso l'Europa paga le sue colpe. Le cinque ragioni del "vaffa" britannico

Gran Bretagna fuori dall'Europa. Ecco cosa succederà all'Italia

La vittoria del "leave" in Gran Bretagna segna la più grande sconfitta dell'Europa. Uno schiaffo sonoro e, forse, inevitabile. Perché se il movimento Brexit è riuscito a portare fuori dall'Ue il Regno Unito è proprio perché l'Europa non è riuscita a dare risposte chiare ai problemi concreti del Paese come immigrazione, sicurezza, sovranità nazionale.

Partiamo dall'immigrazione. La Gran Bretagna è presa d'assalto dagli immigrati, circa duecentocinquantamila solo nell'ultimo anno, ma non può limitarne l'arrivo. Gli immigrati (provenienti per lo più dai Paesi Ue) pesano sui servizi, dai mezzi pubblici alla sanità ai sussidi. Inoltre sono disposti a lavorare a basso costo danneggiando così i lavoratori britannici e le loro buste paga. Non solo. In Europa stanno per entrare Albania, Macedonia, Montenegro, Serbia e Turchia e il rischio di un aumento senza controllo dell'immigrazione è troppo forte. Con l'uscita dall'Ue però la Gran Bretagna può tornare a fare controlli ai confini. Al tema dell'immigrazione è collegato quello della sicurezza interna. Perché fino adesso l'Ue imponeva la libera circolazione delle persone e di conseguenza una più facile circolazione di armi e terroristi.

La Gran Bretagna ha da sempre un forte senso di indipendenza ma da quando è nell'Ue la metà delle sue leggi è stata approvata dai burocrati di Bruxelles senza l'ok dei giudici inglesi e del governo. Inoltre l'Unione europea ha una burocrazia mostruosa, impone restrizioni, limiti, regole in qualsiasi campo facendo così aumentare i costi e soffocando le piccole e medie imprese. Una volta fuori la Gran Bretagna potrà rilanciare l'economia e sarà libera di fare trattati commerciali con Cina, India e con altri Paesi emergenti.

L'Europa, infine, è una "macchina" molto costosa: la Gran Bretagna versa 350 milioni di sterline alla settimana a Bruxelles, 20 miliardi di sterline all'anno e non ha il controllo di come vengono spesi. Ora questi soldi possono essere investiti per il bene del Paese. 

Ora l'Europa deve interrogarsi e forse deve cominciare a cambiare le sue politiche. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • patriziabellini

    24 Giugno 2016 - 21:09

    Bravi, gli Inglesi hanno capito che l'Europa non può esistere e che è un enorme spreco di euro per finanziamenti assurdi

    Report

    Rispondi

  • realityman17m

    24 Giugno 2016 - 15:03

    ED HANNO RAGIONE AD USCIRE REGOLE PAZZE INVASIONE DI MUSSULMANI E ISLAMICI CHE VOGLIONO IMPORRE L'ISLAM IN TUTTA EUROPA DISTRUGGERE LA FRUTTA ITALIANA,PRODUZIONE D'OLIO CONTROLLO SU MISURE DEI CETRIOLI E VIA DICENDO.ORA USCIAMO PURE NOI E TORNIAMO AD ESSERE GLI ITALIANI E L'ITALIA PER LA QUALE SONO MORTI A MILIONI PER AVERE LA NOSTRA LIBERTA LA NOSTRA COSCIENZA DI NAZIONE LIBERA E BASTA IMMIGRATI

    Report

    Rispondi

  • umberto2312

    24 Giugno 2016 - 13:01

    Solo cinque?In realtà ne sarebbe bastata anche una sola ,ma ce ne erano almeno venti.

    Report

    Rispondi

  • iuchi

    24 Giugno 2016 - 12:12

    Facciamo come l'Inghilterra e poi buttiamo fuodi dal nostro paese tutta questa medaglia di persone che ci stanno invadendo e campano a sbaffo sui nostri sacrifici senza neanche ringraziare ma delinquendo sempre di più. Forza ragazzi ora ci siamo e saremo sempre più forti. Se viene al governo la destra in automatico usciremo dall'Europa.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog