Cerca

L'analisi

Ue smascherata dalla Brexit: perché ha uno spirito totalitario

Gran Bretagna fuori dall'Europa. Ecco cosa succederà all'Italia

A pochi giorni di distanza dal Brexit, possiamo già dire che la rotazione terrestre non si è interrotta e gli oceani non si sono prosciugati. Sì, perché ci era stato detto che un' eventuale uscita dal Regno Unito dall' Ue, avrebbe portato con sé un carico di disgrazie economiche e sociali tali da mettere a rischio la prosecuzione della vita su questa terra. Al di là dei moniti catastrofisti che hanno accompagnato questa campagna referendaria, la Brexit ha avuto senza dubbio un' utilità importante per tutti coloro che non avevano ancora capito qual è lo spirito che anima l' Unione Europea. Lo abbiamo visto in questi giorni, e sconcerta il delirio e l' odio che la stampa tutta ha riversato contro il popolo inglese, in gran parte contro gli anziani, colpevoli di non aver colto l' importanza storica del processo d' integrazione europeo e legati a vecchie chimere nazionaliste. Non potevano mancare persino le reprimende di Napolitano nei confronti di Cameron, colpevole di aver dato la parola al popolo. Re Giorgio mai lo avrebbe fatto.

Gli ha fatto seguito Monti, anche lui duro verso l' ex premier inglese, per quello che è un peccato capitale nel mondo delle élite europee: avere dato la parola al popolo. Sconcertante anche l' editoriale di Alessandro Orsini sul Messaggero, il quale si profonde in un' analisi sulle ragioni per le quali il cittadino comune non dispone delle capacità adeguate per decidere di queste importanti questioni. L' uomo della strada non "legge pubblicazioni scientifiche" del Fmi, decide con la pancia e guarda solamente alla sua particolare condizione socio-economica, mentre coloro che abitano i quartieri alti e frequentano le università più esclusive hanno compreso appieno quei cambiamenti che il popolo bestia non è in grado di cogliere. Probabilmente c' è nostalgia del passato quando era il censo il criterio per decidere chi aveva diritto al voto e il suffragio era limitato solamente alle classi abbienti, quelle sì in grado di scegliere!

Il messaggio è che l' uomo comune non deve osare opporsi, né deve avere alcuna voce in capitolo su questi processi economici e sociali. L' eurismo mostra la sua facciata totalitaria, fatta di repressione verso i sentimenti del popolo e delle masse europee. Popoli europei che quelle rare volte che sono stati interpellati per esprimersi su questi cambiamenti, i voti sulla costituzione europea in Francia e in Olanda, hanno detto di non essere interessati a fondersi in un indistinto stato sovranazionale. Per questi signori è evidente che la volontà della maggioranza dei cittadini non ha alcuna importanza. Democrazia è, nella visione di questa folle e spregevole élite, quando le decisioni coincidono con gli interessi e le istanze degli appartenenti al club transnazionale della globalizzazione.

Qualcun altro invece è arrivato a proporre il voto ponderato per i giovani e gli anziani, dando più peso ovviamente ai primi, perché i secondi non sarebbero in grado di decidere al meglio su questi cambiamenti. La stampa ha deciso di criminalizzare una parte della popolazione e di metterla contro i giovani, che sono quelli che più hanno pagato il prezzo della globalizzazione.
Si è persino arrivati a chiedere la ripetizione del voto, perché sul sito del Parlamento britannico sono state raccolte 3 milioni di firme, sulle quali tra l' altro ci sono dubbi sull' autenticità. Non piace il risultato della consultazione? Lo si ripete all' infinito fin quando non esce il risultato più gradito alle menti superiori. Oppure lo si rinvia alle calende greche, come Renzi sta pensando ora di fare con il nostro referendum.

Paolo Becchi
Cesare Sacchetti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nick2

    30 Giugno 2016 - 15:03

    Becchi, la rotazione terrestre continua, ma gli effetti negativi si vedranno presto. Il settore automobilistico (le marche straniere se ne andranno) e quello della finanza prenderanno un brutto colpo e il PIL della Gran Bretagna crollerà. I Tories, con la leadership di Theresa May (pro Remain) cercheranno di restare nel Mercato Comune e di ottenere quindi una finta uscita dalla UE. Sia sincero!

    Report

    Rispondi

blog