Cerca

In Bangladesh

Dacca, sparatoria e ostaggi in un ristorante: "Forse ci sono italiani"

Dacca, sparatoria e ostaggi in un ristorante: "Forse ci sono italiani"

Cinque feriti sicuri, forse due morti italiani, diversi ostaggi stranieri, tra cui probabilmente altri 6 italiani. La cui presenza è stata confermata in tarda serata dal ministro degli Esteri Paolo Gentiloni che si è detto "in ansia per gli italiani coinvolti, siamo vicini alle famiglie".

Si teme una carneficina nella zona diplomatica di Dacca, capitale del Bangladesh, dove si è scatenato uno scontro a fuoco in un ristorante tra uomini armati e forze di sicurezza. Nella zona si sono udite anche diverse esplosioni. A lanciare l'allarme è stato un panettiere dipendente del locale: c'è l'ombra dei jihadisti.

Il grido "Allahu Akbar" - Un panettiere che lavora nel ristorante Holey Artisan Bakery attaccato è riuscito a fuggire. È quanto riferisce uno dei membri dello staff della cucina del ristorante, Sumon Reza, citato dal Dhaka Tribune, aggiungendo che al momento dell'attacco nel locale si trovavano almeno 20 persone, tutti stranieri. Reza ha detto che gli assalitori gridavano Allahu Akbar spiegando che nello staff del reparto panetteria c'erano anche stranieri, fra cui un italiano che è riuscito a fuggire e un argentino che invece secondo il testimone non è riuscito a scappare. Gli assalitori sarebbero cinque, magri e apparentemente sotto i 30 anni, armati di sciabole, pistole e bombe. Le forze speciali starebbero preparando un blitz per liberare gli ostaggi.

Italiani nel mirino - Sono almeno cinque le persone rimaste ferite, come riferito a Efe da un portavoce della polizia di Dacca, Maksudul Alom, secondo il quale gli scontri continuano ancora. I fatti sono avvenuti appunto nel quartiere diplomatico, che si chiama Gulshan

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gescon

    02 Luglio 2016 - 00:12

    Sì tratta della cultura nuova che ci suggeriscono di importare e di copiare. Vero ?

    Report

    Rispondi

blog