Cerca

L'italiano scampato alla strage

Il racconto straziante del sopravvissuto: quando ha sentito sgozzare la moglie

Il racconto straziante del sopravvissuto: quando ha sentito sgozzare la moglie

Gianni Boschetti era nell'Holey bakery la sera della strage a Dacca, stava cenando con sua moglie Claudia. Quando il suo cellulare ha squillato, è uscito per rispondere cercando un po' di silenzio. Una telefonata che gli ha salvato la vita, ma lo ha condannato a conservare impresso nella memoria il ricordo straziante della morte in diretta della sua compagna e amica. In un'intervista al Corriere della sera, l'imprenditore ha ripercorso gli ultimi drammatici momenti durante l'attentato in Bangladesh nel quale sono stati trucidate venti persone, di cui nove italiane. Si è salvato per un caso, nascosto in un cespuglio nel tentativo disperato di allertare chi poteva con il suo telefono, come l'ambasciatore italiano. E intanto assisteva a quanto mai avrebbe voluto vedere: "Riuscivo a vedere solo una parte del ristorante e i movimento dei terroristi che facevano avanti e indietro, ma non la zona con mia moglie e gli altri ostaggi. Li avevano fatti entrare dai tavoli del giardino spingendoli dentro tra grida ossessive. L'ultima volta che ho sentito la voce di mia moglie è stato quando ha gridato il mio nome dall'interno del locale. Non mi ero ancora nascosto quando ho notato due dei terroristi alle mie spalle e non so perché non mi abbiano visto. Ma in quel momento pensavo solo a salvare la vita".

Per l'intera notte, Boschetti è riuscito a non farsi scoprire, ma ha vissuto un'agonia: "Una cosa orribile col cuore in gola di paura e la preoccupazione di quello che succedeva dentro, con quella sensazione angosciante di non vedere mia moglie, specialmente quando hanno spento tutte le luci. Io non osavo uscire perché i terroristi osservavano sempre fuori dalle finestre, ma quando stava per fare alba mi sono deciso e sono andato non visto dal cancello d'uscita". Boschetti non ha mai perso la speranza che sua moglie Claudia si fosse salvata, finché non ha visto i lenzuoli bianchi macchiati di sangue nell'obitorio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Thaenant

    04 Luglio 2016 - 13:01

    Nessun uomo innamorato lascia la moglie morire da sola..telefonare, cercare aiuto è sacrosanto, ma Morire nel tentativo di tirarla fuori, altrettanto. E' solo un vigliacco.

    Report

    Rispondi

blog