Cerca

La scoperta

Insalata e rucola italiana contaminata: 109 ricoverati per una brutta infezione

Insalata e rucola italiana contaminata: 109  ricoverati per una brutta infezione

Lotti di rucola e di insalata sono finiti sul banco degli imputati in Inghilterra, sospettati di essere responsabili di un focolaio di Escherichia coli VTEC 0157 che fino ad ora ha colpito 109 persone in Inghilterra. Ne dà notizia il sito Il Fatto Alimentare  che spiega come le autorità britanniche hanno avviato delle approfondite analisi dopo aver registrato un aumento dei casi dell’infezione nel sud-ovest e sud-est del Paese. Dalle ricerche si è risalite a due ditte inglesi  che importano l’insalata e la rucola da ditte italiane, due delle quali situate in Lombardia, due in Campania e una in Basilicata. L’infezione da E. coli VTEC 0157 è particolarmente aggressiva e può causare una sindrome emolitica-uremica, infatti per un’alta percentuale delle persone colpite da questa gastroenterite è stato necessario il ricovero ospedaliero.
Le autorità del Regno Unito hanno lanciato un’allerta, spiega sempre il sito Il Fatto Alimentare,  per l’epidemia che ha colpito il Paese e chiesto informazioni al Ministero della salute italiano che ha inviato una comunicazione a tutte le sedi periferiche interessate per condurre accertamenti e verifiche presso le società coinvolte.  Per il momento in Italia così come negli altri Paesi non sono stati segnalati casi di infezioni. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vasilli

    08 Luglio 2016 - 20:08

    ma dagli inglesi nel sud-ovest non si l'avono il fondo schiena nei bagni non anno neanche il bide ,,, poi fanno la predica .. sono sozzoni

    Report

    Rispondi

blog